Los Angeles Auto Show, elettriche ma anche grandi V8 benzina

Salone dei contrasti, anima green si scontra con super-potenze

Motori Prove e Novità
Chiudi Los Angeles Auto Show, elettriche ma anche grandi V8 benzina (ANSA) Los Angeles Auto Show, elettriche ma anche grandi V8 benzina

Ancora poche ore e il Los Angeles Auto Show aprirà i battenti nell'area espositiva del Convention Center, attirando l'interesse degli addetti ai lavori e degli appassionati come mai prima d'ora.
Con la scomparsa definitiva del Motor Show di Bologna, che si svolgeva in dicembre, e lo spostamento del North American International Auto Show (NAIAS) di Detroit da gennaio a giugno (il debutto della nuova collocazione proprio nel 2020), l'evento californiano diventa infatti - assieme al CES di Las Vegas - l'unica grande manifestazione invernale nel mondo automotive.

Non saranno però solo le molte novità (quasi tutte centrate nei segmenti premium e luxury) ad animare l'edizione 2019 dato che nel contesto di questo appuntamento si potranno soprattutto osservare e valutare le reazioni dei grandi costruttori rispetto alle attuali problematiche del settore e ai trend di mercato. In primo luogo alla luce della doppia 'guerra' annunciata (e in parte scatenata) dal presidente Trump sul fronte dei dazi e delle normative sulle emissioni che differenziano la California da altri Stati dell'unione.
Poi la corsa da parte di numerosi brand - tra cui Ford e Audi - all'inseguimento di Tesla che in questa area geografica, molto più che in altre, domina le vendite dei segmenti premium battendo anche i modelli termici. E infine le annunciate novità a livello di grandi gruppi automobilistici, con la fusione FCA PSA che potrebbe tra l'altro accelerare il ritorno di Peugeot nel mercato Usa e la ricerca da parte di Tata-JLR di un partner (forse Geely, forse Bmw) per superare le impasse legate anche alla transizione verso l'elettrificazione.

Non meraviglia che l'elenco delle novità del Salone di Los Angeles veda la denominazione BEV (Battery Electric Vehicle) e PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle) nella maggioranza dei casi, a partire dei tre modelli inediti del Gruppo Volkswagen, la Vw ID.X4 - prima variante della hatchback presentata in settembre al Salone di Francoforte - ma anche la Porsche Taycan S e l'Audi e-Tron Sportback, entrambe importanti estensioni delle nuove gamme di modelli elettrici di fascia alta.
Colonnine di ricarica pronte a funzionare anche per il primo suv 100% elettrico di Ford, il Mach-e che riprenderà la denominazione (e molti elementi di design) della iconica Mustang. Protagonista di un evento 'fuorisalone' che si è svolto nella serata di domenica, questo nuovo modello dell'Ovale Blu debutterà commercialmente il prossimo anno, con l'ambizione di rivaleggiare con Tesla Model X e con altri suv premium 100% elettrici.

Riflettori puntati a Los Angeles anche su due novità elettriche della Bollinger, i suv B1 e B2 che si ispirano stilisticamente alla 'vecchia' Land Rover Defender ma portano i vantaggi della trazione a batteria nel mondo del vero off-road.
Ma la California, pur essendo lo Stato nordamericano più impegnato nella lotta all'inquinamento e quindi più favorevole alle auto elettriche, sarà anche la passerella per molte novità 'tradizionali', spinte cioè da potenti motori a benzina e a gasolio, confermando come la domanda della clientela continui a spingere (e lo farà ancora per molti anni, a giudicare dalle dichiarazioni di molti CEO di grandi brand) i costruttori a sviluppare e proporre propulsori termici molto efficienti.

E' il caso dell'Audi RS Q8, il super-suv che debutterà proprio a Los Angeles con il generoso motore V8 da 600 Cv e 800 Nm di coppia, ma anche della ultima generazione dell'ammiraglia Audi S8, che utilizza un poderoso V8 biturbo da 571 Cv con 800 Nm di coppia.
Ma anche delle super-performanti Bmw M8 Competition e M2 CS, l prima spinta da un V8 Biturbo benzina 4.4 d 625 Cv (il più potente nella storia della casa di Monaco) mentre la seconda si limita ad un biturbo benzina 3.0 che sviluppa 450 Cv e 550 Nm di coppia massima.

L'elenco delle 'non elettriche' che debutteranno a Los Angeles è davvero lungo, perché comprende molti modelli premium dei costruttori asiatici che hanno trovato da tempo in California il loro 'Eldorado' - come Lexus, Infiniti, Genesis, ma anche il rispettivi Gruppi che li controllano cioè Toyota, Nissan e Hyundai - e che assieme ad altri brand orientali (come Honda, Kia, Mazda, e Subaru) sono da sempre protagonisti del mercato californiano e, di riflesso, del Salone di Los Angeles.
Poche, invece, le novità di taglia 'europea': oltre alla Mini Cooper SE 100% elettrica (affiancata per non far mancare nulla sul fronte del motori benzina ad alte prestazioni dalla Mini John Cooper Works GP) riflettori accesi sul debutto Usa della 500X Sport, accompgnata dalle 500 Lounge Hatchback, 500X Adventurer, 500X Urbana e dalla Spider Abarth.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Hyundai, per il Black Friday promozioni su gamma ibrida

Vantaggi per chi acquista Tucson e Kona a doppia alimentazione

Motori Guida agli Acquisti
Chiudi Hyundai, per il Black Friday promozioni su gamma ibrida (ANSA) Hyundai, per il Black Friday promozioni su gamma ibrida

In occasione del Black Friday, Hyundai lanciaun'offerta speciale sui suv ibridiHyundai, all'insegna della semplicità. Nelle prossime settimane sono previsti infatti vantaggi che riguardano i modelli Kona Hybrid e Tucson Hybrid. Chi deciderà di acquistare uno di questi modelli entro il 30 novembre - con immatricolazione entro il 31 dicembre - avrà diritto al conveniente finanziamento Hyundai i-Plus 0 con rate a interessi zero, anche senza permuta o rottamazione di veicolo usato.

Ad esempio nuova Tucson Hybrid è proposta con rate mensili da 215 euro nell'allestimento XPrime che include cerchi in lega da 18", navigatore con display touchscreen da 8" con connettività Apple CarPlay, Android Auto e retrocamera, Cruise Control, sensori di parcheggio posteriori e i sistemi di guida assistita Hyundai SmartSense come Mantenimento della Corsia e Riconoscimento dei Limiti di Velocità.
Bastano invece 160 euro al mese per mettersi al volante di Nuova Kona Hybrid XTech con cambio automatico a doppia frizione, cerchi in lega da 16", climatizzatore automatico, paddle al volante e sensori di parcheggio posteriori.

Per conoscere la promozione dedicata al Black Friday, è previsto un Open Weekend presso gli showroom Hyundai di tutta Italia - nelle giornate disabato 23 e domenica 24 novembre - in cui sarà possibile vedere da vicino e provare su strada i nuovi modelli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Sharing, Free Now lancia programma fedeltà dedicato ai taxi

Possibile maturare punti in base a performance lavorative

Motori Eco Mobilità
Chiudi Sharing, Free Now lancia programma fedeltà dedicato ai taxi (ANSA) Sharing, Free Now lancia programma fedeltà dedicato ai taxi

Free Now, la piattaforma per la mobilità urbana, continua ad innovare il settore taxi, lanciando proprio in Italia, il suo primo programma fedeltà dedicato ai tassisti con licenza iscritti al servizio. I tassisti hanno aderito al programma sin dal giorno stesso del lancio, avvenuto l'11 novembre, facendo registrare diverse iscrizioni anche nei giorni successivi.


''Siamo estremamente fieri di aver lanciato nel nostro Paese il primo programma loyalty per tassisti della storia di Free Now - afferma Barbara Covili, General Manager di Free Now Italia -. Abbiamo portato avanti questa iniziativa in quanto consideriamo gli oltre 5.000 tassisti con licenza che ci hanno scelto, come dei veri e propri partner, ed è per questo che vogliamo offrire loro non solo una piattaforma innovativa che permetta di intercettare nuove fasce di utenti, ma anche un nuovo modo di vivere la loro professione, che consenta di sentirsi parte di un 'Team' e di divertirsi, accumulando punti e, quindi, premi mentre lavorano''.


Il programma fedeltà prevede che tutti i tassisti di Free Now possano maturare punti a seconda delle loro performance lavorative, come ad esempio per ogni corsa accettata o in base al rating assegnato dai passeggeri, ma anche in occasione di compleanni o di eventi aziendali. I punti saranno spendibili in un ricco catalogo premi, che include gift cards Amazon, Q8 e Tucano, così come prodotti Samsung, Imetec, Kitchen Aid e Rossignoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Maltempo: Costa, 25 milioni contro dissesto argini fiumi

Approvati progetti esecutivi per la manutenzione

Ambiente & Energia Acqua
Chiudi Paglia in piena (ANSA) Paglia in piena

Progetti esecutivi che riguardano tutto il territorio nazionale, per un totale di 25 milioni di euro - che fanno parte del piano stralcio 2019 di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria - sono stati approvati oggi in una riunione convocata dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa. L'emergenza maltempo, spiega il ministero, riguarda tutta l'Italia, in particolare gli argini dei fiumi, ed "è importante intervenire per rafforzare e accelerare gli interventi di prevenzione e messa in sicurezza dal rischio idrogeologico".

Le risorse "potrebbero arrivare a 38 milioni di euro se gli ulteriori progetti presentati saranno immediatamente cantierabili", spiega il ministero in una nota precisando che la decisione è stata presa nel pomeriggio dalla Conferenza istituzionale permanente delle Autorità di bacino convocata da Costa. "I progetti e i soldi ci sono - ha ribadito il ministro Costa - Considero una priorità assoluta i tempi, che devono essere ristrettissimi. Questi fondi sono per la prevenzione del dissesto e devono essere considerati un investimento". Facendo appello alla "massima collaborazione tra i soggetti coinvolti", Costa osserva che agire rapidamente è "un tassello importante del nostro grande disegno contro il dissesto idrogeologico del Paese che stiamo contrastando anche con la norma 'Cantiere ambiente', che deve essere approvata rapidamente, e con il Piano Stralcio, con il quale abbiamo già stanziato 315 milioni di euro nel 2019 per oltre 260 interventi in tutte le regioni". Poiché l'emergenza maltempo di questi giorni riguarda tutta l'Italia, spiega il ministero, "in particolare gli argini dei fiumi, è importante intervenire prioritariamente su questo fronte per rafforzare e accelerare gli interventi di prevenzione e messa in sicurezza dal rischio idrogeologico laddove siano stati già presentati progetti esecutivi". Alla riunione, presieduta dallo stesso ministro, sono intervenuti rappresentanti delle Regioni e delle Autorità di bacino distrettuali (Appennino settentrionale, Alpi orientali, fiume Po, Appennino centrale, Appennino meridionale).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Formula E, Brembo fornitore unico freni

Impegno confermato per 6/a stagione delle monoposto elettriche

Motori Componenti & Tech
Chiudi  (ANSA)

Brembo si conferma protagonista del Campionato Fia Formula E come fornitore unico dell'intero impianto frenante standard nella stagione 2019/2020 tramite Spark Racing Technology, fornitore unico dei telai delle monoposto Gen2. Lo rende noto lo stesso gruppo che ha sede nel bergamasco. "In questa sesta edizione della FIA Formula E - si legge nella nota del gruppo - Brembo aumenta il proprio coinvolgimento grazie all'ingresso di un dodicesimo Team, che porta a 24 le monoposto equipaggiate con l'impianto frenante del Gruppo. Fornire un tale numero di Team contemporaneamente in un singolo campionato per le quattro ruote rappresenta una sfida da record per la storia di Brembo nel motorsport". La nuova stagione del principale campionato mondiale per vetture elettriche vedrà il via con la doppia gara di apertura al Circuito cittadino di Riad il 22 e 23 novembre. "In seguito al suo ingresso l'anno scorso in FIA Formula E e quest'anno nella FIM MotoE World Cup, Brembo - spiega il gruppo - consolida dunque la propria presenza nell'arena delle competizioni elettriche, laboratorio per studiare e sviluppare tecnologie che siano in futuro trasferibili ai veicoli elettrici da strada. Per il Campionato FIA Formula E, Brembo ha studiato un impianto frenante esclusivo per le monoposto Gen2 di Spark Racing Technology, composto da dischi, pinze, pastiglie, campane e pompa tandem". I dischi sono in carbonio, materiale che rappresenta la massima scelta per la frenata delle vetture motorsport. Brembo ha deciso di sviluppare questi dischi in carbonio appositamente per le esigenze delle monoposto full electric.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La voce da fantascienza del campo magnetico terrestre ASCOLTA

Registrata durante una tempesta solare

Scienza & Tecnica Spazio & Astronomia
Chiudi Simulazione delle onde generate dall'impatto delle particelle solari sul campo magnetico terrestre (fonte: Università di Helsinky, ESA) (ANSA) Simulazione delle onde generate dall'impatto delle particelle solari sul campo magnetico terrestre (fonte: Università di Helsinky, ESA)

Potrebbe essere la colonna sonora di un film di fantascienza misterioso e inquietante, ma è un fenomeno assolutamente naturale: per la prima volta è stato possibile registrare e tradurre in suoni udibili la 'voce' del campo magnetico terrestre mentre viene bersagliato dagli sciami di particelle prodotti da una tempesta solare. Alla base del risultato ci sono i dati di archivio prodotti dai quattro satelliti della missione Cluster, lanciata nel 2000 dall'Agenzia Spaziale Europea (Esa), e analizzati dal gruppo dell'Università di Helsinki.



I ricercatori hanno studiato in particolare l'impatto sul campo magnetico terrestre di sei collisioni avvenute fra il 2001 e il 2005 e intercettate dai satelliti. E' emerso così che le onde generate dall'impatto degli sciami di particelle sul campo magnetico sono più complesse del previsto e le frequenze relative sono state trasformate in segnali percepibili, dando vita a una sorta di canto misterioso.


C'è una marcata differenza tra l'andamento del ritmo mentre il Sole è in quiete e durante una tempesta, evidenziata dalla simulazione al computer fatta utilizzando un modello chiamato Vlasiator, sviluppato nell'università finlandese.
Per il responsabile scientifico della missione Cluster per l'Esa, Philippe Escoubet, questa ricerca "è un eccellente esempio di come la missione continui ad ampliare la nostra conoscenza sulle connessioni fra il Sole e la Terra, anche anni dopo che sono stati ottenuti i dati originali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Provincia L'Aquila, casello A24 Tornimparte riapre entro 8/12

Rassicurazioni Strada dei Parchi in incontro con amministratori

Motori Attualità
Chiudi neve su A24 (ANSA) neve su A24

Il casello autostradale di Tornimparte sull'A24 sarà riaperto in tempo utile per l'avvio della stagione invernale e comunque entro l'8 dicembre. È l'impegno ribadito da Strada dei Parchi, riferisce una nota della Provincia dell'Aquila, nel corso di un incontro svoltosi nei pressi del casello, presenti il presidente della Provincia, Angelo Caruso, gli amministratori locali e gli operatori turistici dell'Altopiano delle Rocche. Durante la visita al cantiere del viadotto Sant'Onofrio i tecnici di Strada dei Parchi hanno illustrato i progressi nei lavori di adeguamento sismico del grande viadotto e le soluzioni di traffico che saranno adottate per garantire la riapertura del casello e la percorribilità dello svincolo, in entrambe le direzioni di marcia, entro l'8 dicembre prossimo, data che segna l'avvio della stagione turistica invernale. Sono state altresì illustrate soluzioni che prevedono, tra l'altro, uno spostamento del cantiere dall'attuale ubicazione, prevedendo l'utilizzo dell'area fino ai primi di dicembre. I tecnici di Strada dei Parchi non hanno nascosto le difficoltà che potrebbero incontrarsi per via delle condizioni meteo, ma hanno comunque assicurato la riapertura dello svincolo. Il presidente Caruso verificherà nei primi giorni di dicembre l'avanzamento dei lavori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Presidente del Senato Casellati in visita alla Lamborghini

Ha potuto vedere linee assemblaggio di Huracán, Aventador e Urus

Motori Attualità
Chiudi La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati in visita alla Lamborghini (ANSA) La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati in visita alla Lamborghini

Il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ha fatto visita oggi alla sede di Automobili Lamborghini a Sant'Agata Bolognese. Accolta da Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer dell'Azienda, ha visitato il Museo delle Tecnologie (MUDETEC) e le linee di assemblaggio Huracán, Aventador e Urus all'interno del sito produttivo raddoppiato negli ultimi tre anni.

"La Lamborghini - ha commentato Stefano Domenicali - rappresenta una delle eccellenze del nostro Paese e siamo onorati e orgogliosi che il Presidente del Senato della Repubblica Italiana abbia trovato il tempo per approfondire la conoscenza della nostra realtà".
Il Presidente Casellati è rimasto molto colpito dalla realtà Lamborghini, dalle linee produttive innovative e dalla professionalità dei suoi operatori. Ha inoltre apprezzato il grande impegno dell'azienda degli ultimi anni nel sostegno al territorio con le 700 assunzioni effettuate negli ultimi 3 anni. Nel corso della visita la Casellati ha incontrato tutti i dipendenti e le relative rappresentanze sindacali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ente Pefc, il mondo delle foreste mai così in pericolo

Appello ad azioni rapide per porre un freno alle fiamme

Ambiente & Energia Natura
Chiudi Amazon fires burn in Brazil (ANSA) Amazon fires burn in Brazil

Cambiamenti climatici, incendi, abbandono e illegalità stanno mettendo a rischio in modo irrimediabile le foreste nel mondo ed è necessario porvi rimedio prima che sia troppo tardi. A lanciare l'appello, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi (Festa dell'Albero) che si celebra il 21 novembre, è il Pefc Italia (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes), l'ente normatore della certificazione di gestione del patrimonio forestale.
    Secondo l'Esa (l'Agenzia spaziale europea) nell'agosto 2019 ci sono stati quasi cinque volte più incendi rispetto ad agosto 2018: la missione Copernicus Sentinel-3 ha infatti registrato 79.000 incendi, contro i 16.000 rilevati nello stesso periodo dell'anno scorso, ricorda il Pefc in una nota.
    "L'esplosione di incendi nel 2019 mette tutto il mondo di fronte alla necessità di prendere decisioni rapide e azioni concrete per frenare le fiamme che stanno radendo al suolo i polmoni verdi del pianeta", dichiara Maria Cristina d'Orlando, presidente del Pefc Italia. "Le cause di questi fenomeni sono le più disparate, dai cambiamenti climatici al decisivo ruolo dell'uomo" aggiunge. Incendi e le tempeste sono più frequenti ed intensi, come è accaduto nel caso di Vaia in Italia nell'ottobre 2018, ricorda d'Orlando aggiungendo che in Italia, la superficie forestale è fortemente aumentata dagli anni 60, ma contemporaneamente i boschi e le aree interne sono state completamente abbandonate senza più nessuno che le gestisca. Infine c'è il traffico illegale di legno che, stando all'Interpol, assicura "al crimine organizzato internazionale un fatturato tra i 30 e i 100 miliardi di euro ogni anno (secondo solo al commercio di droga e superiore anche al traffico di rifiuti e di fauna selvatica). E l'Italia è coinvolta nell'importazione illegale di legno", dice Antonio Brunori, segretario generale Pefc Italia ricordando che "da anni in tutto il mondo sensibilizziamo aziende e consumatori: l'acquisto di legno, carta e altri prodotti certificati rappresenta la massima garanzia della loro origine legale e sostenibile".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

I Big Data trasformano vecchi farmaci in nuovi

Con un algoritmo messo a punto in Italia

Scienza & Tecnica Biotech
Chiudi Algoritmi e Big Data permettono di utilizzare vecchi farmaci in modo nuovo (ANSA) Algoritmi e Big Data permettono di utilizzare vecchi farmaci in modo nuovo

Big data, biologia e genomica scoprono come ottenere un nuovo farmaco da uno vecchio: un algoritmo ha analizzato le proprietà molecolari di un vecchio farmaco usato contro alcuni tumori e ha visto che funziona anche contro la sindrome metabolica. La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Communications, si deve all'università di Trento.

Per i ricercatori è un esempio di come sia possibile dare una grossa spinta al "riposizionamento", la nuova frontiera della ricerca farmacologica che ottiene 'nuovi' farmaci da quelli vecchi e già in uso per altre malattie. "E' un approccio già sperimentato in passato, divenuto realtà grazie alle nuove tecnologie che permettono un'analisi vasta, sistematica e veloce e che diventerà sempre più potente grazie ai massicci dati sul genoma umano", ha detto all'ANSA Enrico Domenici, presidente del Cosbi (Fondazione The Microsoft Research - University of Trento Centre for Computational and Systems Biology), il centro che ha messo a punto l'algoritmo alla base della ricerca.

Gli studiosi lo hanno sperimentato per cercare nuove terapie per curare la sindrome metabolica, una condizione ad elevato rischio cardiovascolare caratterizzata dalla sovrappeso e diabete. "Analizzando i dati di studi genetici precedenti condotti su centinaia di miglia di persone - ha spiegato Domenici - abbiamo individuato i geni mutati responsabili delle alterazioni nella sindrome metabolica". A questo punto i ricercatori hanno cercato nelle banche dati farmaceutiche le molecole già registrate in grado di interagire con questi geni, finché non hanno individuato quella che interagiva con la maggiore quantità di geni coinvolti nella malattia. Fra le mille molecole analizzate, la più efficace si è rivelata l'ibrutinib, messa a punto inizialmente la trattare alcune forme di leucemie e linfomi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cibi che ammalano e cibi che guariscono, nasce il centro che li studia

Mario Negri e Cattolica insieme per la salute di uomo e pianeta

Salute & Benessere Alimentazione
Chiudi Pomodori San Marzano e vino rosso, cibi dalle proprietà salutari (ANSA) Pomodori San Marzano e vino rosso, cibi dalle proprietà salutari

Il 50% dei casi di morte o di disabilità nel mondo dipende da un'alimentazione con troppo sale, poca verdura e poca frutta e il 30% dei tumori potrebbe essere prevenuto con dieta e stili di vita sani. Si sa però, ad esempio, che i pomodori San Marzano inibiscono l'angiogenesi dei tumori e il resveratrolo contenuto nel vino rosso fa bene al cuore, salvo che a un 30% della popolazione che ha la variante di un gene che annulla questa proprietà.
    Lo ha detto oggi Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto Mario Negri di Milano, facendo notare che "nessuno, finora, ha promosso ricerche scientifiche con l'obiettivo di identificare i nutrienti che hanno maggiore impatto sulla longevità e sulla salute della popolazione e dei singoli individui". E' quanto invece si ripromette di fare l' 'Italian Institute for Planetary Health' (Iiph), nuovo grande progetto dal respiro internazionale presentato oggi a Milano, frutto dell'unione fra il 'Mario Negri' e l'Università Cattolica, con la partecipazione di Vihtali, spin off della Cattolica per promuovere ricerca sui servizi sanitari.
    A presiedere Iiph sarà Carlo Salvatori, presidente di Lazard Italia e Aviva Italia; vicepresidenti lo stesso Remuzzi per il 'Mario Negri' e Walter Ricciardi - per anni presidente dell'ISS - per l'Università Cattolica, dove è Ordinario di Igiene, oltre a essere membro in Ue del 'Mission board for cancer' e recentemente entrato nel comitato scientifico di Human Technopole.
    I primi progetti - dice Remuzzi - vedono ricercatori impegnati sullo studio di fattori che incidono sull'invecchiamento in salute, partendo dalla mappatura dell'Italia (culla della Dieta mediterranea) con analisi dai punti di vista genetico, biologico, molecolare, epidemiologico e ambientale.
    Queste analisi saranno ampliate a livello internazionale con comparazioni col Giappone che vanta come l'Italia un'elevata longevità ma con abitudini alimentari molto diverse.
    "Esamineremo - dice Ricciardi - differenti modelli alimentari con l'impiego delle migliori tecnologie (genomica, intelligenza artificiale) per sapere quante sostanze ci sono negli alimenti più comuni (ad esempio quanto residuo di pesticidi), con attenzione ai cibi meno costosi, consumati dai più poveri, perché sono soprattutto loro che mangiano male". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Amazzonia:Greenpeace, via area come 1,4 milioni campi calcio

Greenpeace, deforestazione in Brasile in un anno per oltre 9.762 kmq

Ambiente & Energia Natura
Chiudi Amazzonia  (ANSA) Amazzonia

La deforestazione nell'Amazzonia brasiliana ha raggiunto tra agosto 2018 e luglio 2019 il tasso più alto registrato dal 2008: ben 9.762 chilometri quadri, secondo i dati del Programma di monitoraggio satellitare della foresta amazzonica brasiliana (Prodes) dell'Istituto brasiliano di ricerche spaziali (Inpe). Lo afferma Greenpeace, indicando che l'area è grande quanto 1,4 milioni di campi di calcio e spiegando che un indice sviluppato da questo Istituto mostra che nei primi tre mesi del monitoraggio (agosto-ottobre 2019) è aumentata del 100% l'area interessata da allarmi di deforestazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
    "La politica del presidente Bolsonaro sta annientando la capacità del Brasile di combattere la deforestazione, favorendo chi commette crimini ambientali e incoraggiando le violenze verso Popoli Indigeni e comunità forestali tradizionali" dichiara Martina Borghi, campagna foreste di Greenpeace Italia.
    "Agire per porre fine alla deforestazione - dell'Amazzonia e di tutte le foreste del Pianeta - deve essere un obiettivo globale della Comunità Internazionale. Il governo brasiliano deve proteggere la foresta e i suoi abitanti, mentre governi nazionali e Ue devono impegnarsi concretamente e proporre una legislazione in grado di garantire che il cibo che mangiamo e i prodotti che utilizziamo non vengano prodotti a scapito dei diritti umani e delle foreste del Pianeta".
    La distruzione delle foreste è una delle principali cause del cambiamento climatico e della massiccia estinzione delle specie a cui stiamo assistendo, ribadisce Greenpeace. Proteggere le foreste e promuovere pratiche agricole sostenibili ed ecologiche, è fondamentale per affrontare la crisi climatica che stiamo attraversando.

L’Unione Europea, durante l’ultimo G7, ha dichiarato di voler difendere l’Amazzonia stanziando fondi contro gli incendi ma, al tempo stesso - ricorda Greenpeace -, ha elaborato, a fine luglio, un Piano d’azione contro la deforestazione che non affronta i costi ambientali e umani delle politiche commerciali e agricole dell’Ue, continuando a permettere a una manciata di multinazionali di accedere a nuovi mercati a scapito della necessità di valutare il costo ecologico, climatico e umano degli accordi commerciali in cui l’Ue è coinvolta.

“L’Accordo di libero scambio Ue-Mercosur, che coinvolge il Brasile e altri tre stati del Sud America (Argentina, Paraguay e Uruguay), almeno così com’è, aumenterà le importazioni di materie prime agricole in Europa (a cominciare da carne e soia), con conseguenze devastanti per il clima, le foreste e i diritti umani, sacrificati ancora una volta sull’altare del profitto” conclude Borghi. Greenpeace chiede che l’Accordo UE-Mercosur sia sospeso finché le foreste non saranno adeguatamente protette e che comprenda misure efficaci per rispettare l’Accordo di Parigi sul clima, la Convenzione sulla diversità biologica e gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu. La distruzione delle foreste è una delle principali cause del cambiamento climatico e della massiccia estinzione delle specie a cui stiamo assistendo. Proteggere le foreste e promuovere pratiche agricole sostenibili ed ecologiche, è fondamentale per affrontare la crisi climatica che stiamo attraversando.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Acquista auto e non la paga, malmenato

Aggressori gli hanno dato appuntamento in stazione di servizio

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Aveva acquistato un'auto ma poi non l'aveva pagata e, per questo, la persona che gli aveva ceduto la vettura, assieme ad altre due persone, gli aveva dato appuntamento e lo aveva aggredito calci, pugni e con un bastone. E' accaduto a Lamezia Terme dove i tre presunti responsabili, tutti di Gioia Tauro, sono stati denunciati dalla Polizia di Stato con l'accusa di rissa ed aggressione.
    La vittima del pestaggio, riferendo di essere stato vittima di un incidente stradale, si era recato nel pronto soccorso per farsi medicare. Le verifiche degli agenti del Commissariato di Lamezia avevano permesso di accertare che si era trattato di un pestaggio per il mancato pagamento di un'auto. I tre avevano dato appuntamento alla vittima per la consegna della somma dovuta ma, non ottenendola, l'avevano aggredita per poi dileguarsi.
    I poliziotti di Lamezia, in collaborazione con i loro colleghi di Gioia Tauro, sono riusciti a identificare ed a denunciare i tre aggressori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Autodromo Franciacorta prossimo Porsche Experience Center

Il primo in Italia, apertura prevista per inizio 2021

Motori Attualità
Chiudi Autodromo Franciacorta prossimo Porsche Experience Center (ANSA) Autodromo Franciacorta prossimo Porsche Experience Center

Sarà l'autodromo di Franciacorta (Brescia) l'ottavo Porsche Experience Center (PEC) al mondo.
Lo annuncia la casa di Stoccarda specificando che le opere di ristrutturazione del circuito e la costruzione di un centro dedicato ai clienti presso il sito, che con una superficie di 559.000 metri quadri è in assoluto il più grande al mondo, verranno avviati entro la fine di quest'anno. L'apertura del "Porsche Experience Center Franciacorta" è prevista per l'inizio del 2021. Il primo Porsche Experience Center in Italia rappresenterà un punto di riferimento per gli appassionati e i clienti della casa di Stoccarda vista anche l'importanza che riveste il mercato italiano, terzo in Europa per numero di vendite.

"Gli Experience Center incarnano l'essenza di Porsche: offrono ai visitatori l'opportunità di vivere il Marchio a 360 e di vivere un'esperienza che tocca nel profondo - ha dichiarato Detlev von Platen, membro del Consiglio di Amministrazione e Responsabile Vendite e Marketing di Porsche AG -. Il centro di Franciacorta sarà il prossimo punto di contatto per i clienti e gli appassionati che desiderano provare direttamente l'emozione del mondo Porsche". "Siamo orgogliosi che Porsche AG abbia raccolto la nostra idea di creare un Experience Center in Italia, un territorio di grande tradizione automobilistica e di veri appassionati del Marchio" ha sottolineato Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia.

Solo poche settimane fa, Porsche ha inaugurato il suo secondo Porsche Experience Center in Germania, presso il circuito di Hockenheim, mentre altri sono già operativi a Lipsia, Silverstone, Atlanta, Le Mans, Los Angeles e Shanghai. Al pari degli altri Experience Center del Marchio, il PEC di Franciacorta includerà diversi tracciati e un customer center. Particolare attenzione verrà riservata ai programmi di guida avanzata in un contesto estremamente professionale e innovativo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Iginio Massari miglior pasticcere d'Italia secondo il "Gambero Rosso"

A Milano, Trieste e Roma le migliori pasticcerie 2019

Terra & Gusto Dolce & Salato
Chiudi Iginio Massari (ANSA) Iginio Massari

- Con 95 punti su un massimo di 100 Iginio Massari, storico patron bresciano della Pasticceria Veneto e oggi proprietario anche dei locali di Milano e Torino, si conferma re indiscusso del mondo della pasticceria ottenendo per il nono anno consecutivo il riconoscimento promosso dalla guida "Gambero Rosso". La premiazione, avvenuta oggi a Roma alla presenza della responsabile Laura Mantovano, ha evidenziato come solo 23 locali in tutta Italia possano ottenere le prestigiose "Tre Torte" ma solo la pasticceria fondata dal Maestro Massari ha potuto ottenere il più alto gradino sul podio.
    "E' con enorme piacere soddisfazione che posso ricevere oggi questo ambito premio" commenta Massari presente a Roma. "Credo che tutto questa sia il riconoscimento di un percorso che viene da molto lontano frutto di un lavoro ricco di passione e dedizione che ho coltivato grazie ai miei figli Debora e Nicola e a tutti i membri del mio staff". 

A Milano, Trieste e Roma le migliori pasticcerie 2019

 Premi speciali al "Pasticcere Emergente": Marco Battaglia e Lavinia Franco di Marlà Milano. Novità dell'Anno: Harry's Pasticceria a Trieste, mentre il re della "Miglior Pasticceria Salata" è Bompiani a Roma. Questa la 'crema' delle pasticcerie italiane secondo il Gambero Rosso. In generale, la classifica delle Tre Torte (i locali che raggiungono un punteggio superiore ai 90) regala conferme, con 23 locali. Tanti gli indirizzi da non perdere nella geografia delle migliori pasticcerie d'Italia delineata dal Gambero Rosso in occasione della presentazione della settima edizione della guida "Pasticceri & Pasticcerie 2020". Per i curatori della guida ''l'alta pasticceria allarga sempre più i suoi orizzonti con restyling dei locali che puntano alla valorizzazione dei prodotti e un'attenzione sempre maggiore da parte dell'hotellerie di lusso. Gli hotel con pasticcerie sono infatti il trend del momento: boutique in cui si punta ad una proposta d'eccellenza che seleziona le migliori materie prime da tutto il mondo, senza però dimenticare il territorio''. A guidare il treno delle eccellenze è la regione Lombardia con 6 insegne, seguono la Campania con 5, poi Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio e Sicilia con 2, infine Toscana e Trentino-Alto Adige con 1. Mentre si infoltisce il numero delle Migliori Due Torte (i locali che hanno un punteggio da 85 a 89) che passano da 54 a 60. Spazio, per il terzo anno, anche ai Migliori Pastry Chef. La pasticceria da ristorazione è un importante e intrigante capitolo dell'universo dolce, e questa appendice raccoglie i più interessanti talenti del settore che, in grandi ristoranti della Penisola, hanno il compito di sublimare con le loro creazioni l'ultimo atto del pasto. "L'appuntamento con la guida Pasticceri&Pasticcerie mette in luce un settore in continua e costante crescita ed evoluzione" ha sottolineato Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso. "Il Gambero - ha ricordato - è da sempre attento ai maestri impegnati nell'utilizzo e nella trasformazione dei prodotti eccellenti che ne esaltano le qualità e riescono a produrre grandi capolavori, simbolo della creatività culinaria del nostro Paese". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Abarth 695, con un'app alla scoperta della 70/o anniversario

La casa dello scorpione alle prese con la realtà aumentata

Motori Componenti & Tech
Chiudi Abarth 695, con un'app alla scoperta della 70/o anniversario (ANSA) Abarth 695, con un'app alla scoperta della 70/o anniversario

Proprio nei giorni in cui Carlo Abarth avrebbe festeggiato i suoi 111 anni, la casa dello scorpione ha presentato Abarth AR 695. La sigla sta a rappresentare una nuova app che, attraverso l'utilizzo della realtà aumentata, permette di scoprire virtualmente la nuova edizione limitata della 'piccola ma velenosa' 695 70° Anniversario. L'App è disponibile nei principali mercati dell'area Emea e scaricabile da Apple Store o Google Play direttamente sui propri dispositivi, sia tramite Google Play che attraverso Apple Store. L'applicazione, non è un configuratore, quanto piuttosto un'evoluzione delle attuali brochure cartacee.

Abarth AR 695 permette una consultazione più agevole e un aggiornamento immediato, oltre a regalare una coinvolgente esperienza immersiva a bordo della nuova Abarth 695 70° Anniversario. Dovunque ci si trovi, in sostanza, è possibile osservare un esemplare di 695 70° Anniversario in grandezza naturale, contestualizzata e proporzionata all'ambiente circostante. Gli utenti potranno così muoversi attorno alla vettura, osservandola a 360 gradi, così come sarà possibile aprire le portiere per scoprirne l'abitacolo, movimentare il nuovo Spoiler ad Assetto Variabile, suonare il clacson e simulare un accelerazione per sentire il suono del motore 1.4 da 180 CV che equipaggia la nuova edizione limitata di casa Fca.

Una volta scelta l'inquadratura perfetta, con l'app Abarth Ar 695 si possono scaricare foto personalizzate, per poi condividerle sui social. Infine, per celebrare il compleanno di Carlo Abarth si aggiunge alla collezione una nuova logo animation con la quale prosegue il progetto di comunicazione 'Follow the Scorpion'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vino, via libera dalla Commissione Europea al Vermouth Torino

Storico aperitivo tutelato da Indicazione Geografica

Terra & Gusto Vino
Chiudi Vino: via libera dalla Commissione Europea al Vermouth Torino (ANSA) Vino: via libera dalla Commissione Europea al Vermouth Torino

TORINO - Via libera dalla Ue al riconoscimento del 'Vermouth di Torino'. La Commissione Europea ha terminato la valutazione del fascicolo tecnico dell'Indicazione Geografica e nei prossimi mesi, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il disciplinare dello storico vino aromatizzato torinese, bevuto come aperitivo, avrà piena applicazione.

L'iter - ricorda l'Istituto del Vermouth, di cui fanno parte 18 produttori - è durato vent'anni; nel marzo 2017 il Ministero delle Politiche Agricole ha accolto la richiesta della Regione Piemonte e ha riconosciuto l'Indicazione Geografica.

"L'obiettivo - spiega Roberto Bava, presidente dell'Istituto - era posizionare il Vermouth in cima alla piramide qualitativa, tutelandone anche gli aspetti di origine, dal campo di coltivazione delle erbe officinali fino all'imbottigliamento.

Abbiamo voluto realizzare un disciplinare coraggioso che lo distinguesse dagli altri vini aromatizzati, dettagliandone il grado alcolico e la provenienza geografica degli ingredienti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Manovra: I disabili aiuto per una mobilità sostenibile

L'Anglat, 'servono risorse' per 7,5 mln di persone in difficoltà

Motori Attualità
Chiudi Auto di servizio del vicesindaco di Torino parcheggiata al p (ANSA) Auto di servizio del vicesindaco di Torino parcheggiata al p

La banca dati nazionale dei Cude e gli accessi Ztl, il contrasto agli abusi e la lotta ai furbetti del contrassegno; l'adeguamento della normativa fiscale nel settore auto, con l'inserimento delle vetture elettriche, il noleggio a lungo termine ed il leasing. Sono alcune delle questioni che l'Associazione Nazionale di tutela del diritto alla mobilità delle persone con disabilità (Anglat) sottopone a governo e Parlamento in vista della discussione sulla Manovra di bilancio. "Nella finanziaria in discussione, le persone con disabilità, attendono - è spiegato in una nota dell'Anglat - che la mobilità trovi finalmente il suo giusto spazio, in coerenza con quanto enunciato nel programma del Governo Conte bis.
    "Pensiamo - è detto inoltre - anche a quei servizi di trasporto fondamentali per quei cittadini con gravi o plurime disabilità, non in grado di guidare, ma comunque portatori di diritti e di dignità che non possono essere lasciati indietro".
    Ma soprattutto "Servono risorse che intervengano su questi come su tutti settori della vita dei cittadini con disabilità, nel rispetto della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dall'Italia con la legge 18/2009 che, a 10 anni dalla sua entrata in vigore, non deve essere più disattesa".
    Il tema della mobilità per le persone con disabilità - viene ricordato - deve essere centrale nelle politiche del Governo.
    Per questo rivolgono un appello al Premier, ai Parlamentari e Senatori della Repubblica, di sostenere queste nostre richieste, dando un segno tangibile di attenzione verso i 7,5 milioni di cittadini con disabilità ed i loro nuclei familiari".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

MV Agusta celebra 'Il nostro Bel Paese' a cortometraggi

Il primo dedicato all'autunno ma ne usciranno anche altri tre

Motori Due Ruote
Chiudi MV Agusta celebra 'Il nostro Bel Paese' a cortometraggi (ANSA) MV Agusta celebra 'Il nostro Bel Paese' a cortometraggi

Il leggendario marchio MV Agusta celebra la terra che le ha dato i natali, quella della storica fabbrica incastonata tra i laghi e le colline delle Prealpi.

Immersa nel verde, ma a un passo da Milano. Per ricordare le proprie radici italiane, saldamente ancorate a un territorio, MV Agusta ha prodotto una serie di cortometraggi intitolati "Il Nostro Bel Paese" per celebrare l'Italia e la sua natura. Il primo, 'Motosinfonia d'Autunno' (visibile su YouTube a questo indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=3FlciwD3-oY) è stato girato in Trentino e vede la partecipazione di Davide Stirpe, Campione CIV Supersport, in sella a una Brutale 1000 Serie Oro.

Sulle note 'Nessun Dorma', il filmato mostra l'autunno calare sulle vette appena innevate, sui laghi alpini e sui paesaggi di una natura percorsa da strade spettacolari. "Non esiste al mondo un posto come questo - ha detto Timur Sardarov, CEO di MV Agusta - per la bellezza della natura, che, insieme alla tradizione culturale, artistica e industriale italiana sono per noi un'incredibile fonte di ispirazione e una forte motivazione per continuare a progettare e a costruire qui le nostre moto. Siamo lieti di condividere col resto del mondo quello che consideriamo essere un aspetto importante della personalità del nostro marchio, celebrando lo splendore e la grazia del Bel Paese". Il ciclo di cortometraggi continuerà nei prossimi mesi con l'uscita di "Motosinfonia d'Inverno", "Motosinfonia di Primavera" e "Motosinfonia d'Estate", tutti cortometraggi ambientati in località diverse da scoprire di volta in volta, con le arie più famose della grande lirica italiana e, naturalmente, con le moto più belle della casa di Schiranna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto: governo tedesco rafforza incentivi per elettromobilità

Fino a 50mila euro, proroga 5 anni regime agevolazioni

Motori Industria
Chiudi Auto elettrica car sharing Share'n'go a colonnina di ricarica [ARCHIVE MATERIAL 20180816 ] (ANSA) Auto elettrica car sharing Share'n'go a colonnina di ricarica [ARCHIVE MATERIAL 20180816 ]

Il governo di Angela Merkel spinge ancora sull'elettromobilità, cercando di stimolarne la diffusione con nuove misure, messe in cantiere oggi in sede di Gabinetto. Saranno aumentati gli incentivi per chi acquista una e-auto: per veicoli che abbiano un valore compreso entro i 40 mila euro, l'aumento degli incentivi sarà del 50%. Un'opportunità in vigore fino al 2025, invece che fino al 2020, come era previsto finora. Per chi acquista modelli più cari, (entro un limite massimo di 65 mila euro) le agevolazioni possono aumentare del 25%. È previsto inoltre un aumento delle stazioni di ricarica delle batterie. Per raggiungere gli obiettivi sul clima entro il 2030, sarebbe necessario avere in circolazione per quella data fra 7 e 10 milioni di auto elettriche in Germania, secondo uno studio promosso dallo stesso Bundesregierung.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

E' più rossa la nuova varietà di mela Fuji

Clone selezionato dal Consorzio italiano vivaisti

Terra & Gusto Prodotti Tipici
Chiudi La nuova varietà di mela Fuji del CIV (ANSA) La nuova varietà di mela Fuji del CIV

ROMA - E' di colore rosso vivo molto brillante la nuova varietà di mela Fuji selezionata dal Consorzio italiano vivaisti (Civ) di San Giuseppe di Comacchio nel ferrarese, leader in Italia nell'innovazione varietale che ha recentemente ottenuto il certificato di privativa comunitaria.

Il nuovo clone denominato Fuciv51 associato al marchio commerciale San-Civ, di fatto, migliora alcune caratteristiche proprie di Fuji, in particolare la colorazione distribuita in modo uniforme sulla quasi totalità della superficie, anche nelle parti coperte dalla vegetazione.

"Il riconoscimento comunitario - commenta il responsabile tecnico Civ, Marzio Zaccarini - premia il valore e l'innovazione della ricerca varietale del nostro Consorzio nella melicoltura.

Il nuovo clone si propone fin d'ora come nuovo punto di riferimento per la categoria delle Fuji a colorazione uniforme".

Per poter ottenere una privativa comunitaria su una nuova varietà vegetale, spiega il Consorzio, è necessario che rispetti i tre requisiti di distintività, uniformità e stabilità. Il sistema è gestito dall'Ufficio comunitario delle varietà vegetali con sede ad Angers (Francia).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Scoperta una nuova specie di lucertola, nelle isole Pontine

alle colorazioni diverse, vive lì da oltre 2 milioni di anni

Scienza & Tecnica Biotech
Chiudi La lucertola Lataste, scoperta nelle Isole Pontine (fonte: Sapienza, Università di Roma) (ANSA) La lucertola Lataste, scoperta nelle Isole Pontine (fonte: Sapienza, Università di Roma)

I suoi colori variano dal grigio al verde fino a bruno e possono assumere geometrie diverse, ma la nuova specie di lucertola scoperta nelle isole Pontine da oltre due milioni di anni vive indisturbata esclusivamente nelle isole di Ponza, Gavi, Palmarola e Zannone. L'ha individuata la ricerca guidata dal Dipartimento di Biologia e biotecnologie dell'Università Sapienza di Roma e condotta in collaborazione con i musei 'La Specola' di Firenze e 'Alexander Koenig' di Bonn, con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e l'università di Potsdam.

Chiamata Lataste (Podarcis latastei), la sua scoperta si deve alle ricerche pubblicate recentemente su tre riviste scientifiche che dimostrano come si tratti di una lucertola molto diversa sia nell'aspetto sia dal punto di vista genetico da quella campestre (Podarcis siculus), molto comune nella penisola. A indicare che si tratta senza dubbio di una nuova specie è l'analisi del Dna, compreso quello che si trova al di fuori del nucleo, nelle centraline energetiche delle cellule e che si trasmette solo per via materna (Dna mitocondriale).

I dati genetici indicano inoltre che si tratta di una popolazione "frutto di una colonizzazione molto antica, di almeno due milioni di anni fa - osserva il coordinatore della ricerca, Riccardo Castiglia. "Da quel momento in poi - ha aggiunto - le popolazioni sono rimaste isolate ed è stupefacente come siano sopravvissute nonostante le notevoli fluttuazioni del livello del mare, avvenute durante tutto il Pleistocene".

Sebbene la lucertola delle isole Pontine sia una specie numerosa, i ricercatori ritengono che debba essere comunque tutelata in quanto le popolazioni che vivono nelle isole sono più vulnerabili ai cambiamenti indotti dall'uomo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Scoperta una nuova specie di lucertola, nelle isole Pontine

alle colorazioni diverse, vive lì da oltre 2 milioni di anni

Ambiente & Energia Animali
Chiudi La lucertola Lataste, scoperta nelle Isole Pontine (fonte: Sapienza, Università di Roma) (ANSA) La lucertola Lataste, scoperta nelle Isole Pontine (fonte: Sapienza, Università di Roma)

I suoi colori variano dal grigio al verde fino a bruno e possono assumere geometrie diverse, ma la nuova specie di lucertola scoperta nelle isole Pontine da oltre due milioni di anni vive indisturbata esclusivamente nelle isole di Ponza, Gavi, Palmarola e Zannone. L'ha individuata la ricerca guidata dal Dipartimento di Biologia e biotecnologie dell'Università Sapienza di Roma e condotta in collaborazione con i musei 'La Specola' di Firenze e 'Alexander Koenig' di Bonn, con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e l'università di Potsdam.

Chiamata Lataste (Podarcis latastei), la sua scoperta si deve alle ricerche pubblicate recentemente su tre riviste scientifiche che dimostrano come si tratti di una lucertola molto diversa sia nell'aspetto sia dal punto di vista genetico da quella campestre (Podarcis siculus), molto comune nella penisola. A indicare che si tratta senza dubbio di una nuova specie è l'analisi del Dna, compreso quello che si trova al di fuori del nucleo, nelle centraline energetiche delle cellule e che si trasmette solo per via materna (Dna mitocondriale).

I dati genetici indicano inoltre che si tratta di una popolazione "frutto di una colonizzazione molto antica, di almeno due milioni di anni fa - osserva il coordinatore della ricerca, Riccardo Castiglia. "Da quel momento in poi - ha aggiunto - le popolazioni sono rimaste isolate ed è stupefacente come siano sopravvissute nonostante le notevoli fluttuazioni del livello del mare, avvenute durante tutto il Pleistocene".

Sebbene la lucertola delle isole Pontine sia una specie numerosa, i ricercatori ritengono che debba essere comunque tutelata in quanto le popolazioni che vivono nelle isole sono più vulnerabili ai cambiamenti indotti dall'uomo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

In Gran Bretagna la 'Settimana della cucina italiana' con chef stellati

Fra gli ospiti della quarta edizione Enrico Cerea e Gennaro Esposito

Terra & Gusto Fiere & Eventi
Chiudi In Gran Bretagna la 'Settimana della cucina italiana' con chef stellati (fonte: Pixabay) (ANSA) In Gran Bretagna la 'Settimana della cucina italiana' con chef stellati (fonte: Pixabay)

LONDRA - E' giunta alla quarta edizione la Settimana della cucina italiana nel Regno Unito: sono previsti dal 18 al 24 novembre più di trenta eventi in cinque diverse città (Londra, Liverpool, Manchester, Birmingham ed Edimburgo).

La manifestazione presenta la grande varietà della cucina italiana, le sue sfumature regionali e i benefici della dieta mediterranea. Il programma prevede conferenze, tavole rotonde, lezioni e laboratori per principianti e professionisti, spettacoli di cucina ed eventi di degustazione.

Diversi famosi chef italiani collaborano alla realizzazione della kermesse dei sapori: Enrico Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto, a Bergamo (tre stelle Michelin), Gennaro Esposito di Torre del Saracino a Vico Equense (due stelle Michelin), che inaugura il suo nuovo ristorante IT London, oltre a Giorgio Locatelli e Francesco Mazzei. Sono presenti alla settimana della cucina anche i produttori della città di Amatrice con i loro prodotti tradizionali. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bellanova a Hogan, ripristinare i dazi per l'import in Birmania

In un anno triplicati gli ingressi di tipo japonica in Ue

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi Agricoltura: Bellanova, tagli 'non aiutano' Pac più verde (ANSA) Agricoltura: Bellanova, tagli 'non aiutano' Pac più verde

BRUXELLES - Ripristinare i dazi per le importazioni nell'Ue di riso tipo japonica dalla Birmania. Lo ha chiesto il ministro delle politiche agricole Teresa Bellanova al commissario Ue Phil Hogan in uno dei punti all'ordine del giorno del Consiglio agricoltura. In virtù del regime preferenziale di scambi accordato dall'Ue alla Birmania in quanto paese meno avanzato, nel 2018/19 - ricorda una nota della delegazione italiana - le importazioni a dazio zero nell'Ue di riso tipo japonica dal paese asiatico sono aumentate del 213% (da 27mila a circa 86mila tonnellate) rispetto alla campagna precedente. Il riso japonica rappresenta il 75% della produzione totale in Europa. A inizio 2019 l'Ue aveva ripristinato i dazi sulle importazioni di riso di tipo indica (chicco lungo) proveniente da Cambogia e Birmania.

I tagli 'non aiutano' una Pac più verde
Il negoziato sul bilancio pluriennale dell'Ue "non ci sta aiutando affatto" a realizzare una Pac dagli "obiettivi particolarmente ambiziosi su ambiente e clima". E' il messaggio che il ministro delle politiche agricole Teresa Bellanova ha indirizzato al Consiglio agricoltura e pesca in corso a Bruxelles, nella parte della riunione dedicata alla riforma della politica agricola comune (Pac). 


"Gli agricoltori saranno in grado di seguire la strada che stiamo tentando di tracciare solo nel caso in cui gli impegni da mettere in atto saranno adeguatamente compensati", ha aggiunto Bellanova. Quindi, ha concluso il ministro, l'incognita più grande per una Pac più verde è "il negoziato sul Quadro finanziario pluriennale, in cui si discute sia dell'entità dei fondi Pac, sia quale sia la percentuale minima di questi fondi dedicata a interventi climatico-ambientali. Un negoziato che non ci sta aiutando affatto". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Torna 'In farmacia per i bambini', raccolta medicine per i più poveri

In 586 esercizi in tutta Italia grazie a 2500 volontari

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Iniziativa organizzata dalla Fondazione Francesca Rava (ANSA) Iniziativa organizzata dalla Fondazione Francesca Rava

 Torna il prossimo 20 novembre "In Farmacia per i bambini", l'iniziativa organizzata dalla Fondazione Francesca Rava con la collaborazione delle farmacie dislocate su tutto il territorio nazionale per raccogliere farmaci da banco a uso pediatrico e prodotti baby care che verranno donati ad enti non profit. L'evento, spiega il comunicato di presentazione, ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica per il quinto anno consecutivo.
    L'iniziativa sarà sostenuta da oltre 2.500 volontari appartenenti a tante diverse realtà: aziendale, in divisa, studenti e cittadini ed anche amministratori pubblici, come gli Assessori Giulio Gallera al Welfare e Stefano Bolognini alle Politiche sociali della Regione Lombardia e Laura Galimberti all'Educazione e all'Istruzione del Comune di Milano. Quest'anno le farmacie aderenti sono 586. "La povertà che colpisce i bambini risulta ancora più inaccettabile - dichiara Annarosa Racca Presidente di Federfarma Lombardia - per questo motivo ritengo che l'iniziativa della Fondazione Rava sia lodevole e debba avere sempre più seguito".
    I prodotti raccolti saranno destinati ai bambini in povertà sanitaria in Italia, alle comunità mamma/bambino e all'ospedale pediatrico N.P.H Saint Damien di Haiti. "La nostra raccolta permette di aiutare tantissimi bambini tra i più fragili, quelli che vivono lontano dai propri genitori o appartenenti a famiglie in difficoltà - spiega Emanuela Ambreck, farmacista, coordinatrice di In farmacia per i bambini -. Secondo una ricerca che abbiamo svolto con Irs più della metà delle case famiglia, comunità per minori e enti beneficiari coprono oltre il 50% del loro fabbisogno di farmaci da banco e prodotti per l'infanzia grazie a In farmacia per i bambini. Il 67,2% usano quanto risparmiato grazie alla donazione di prodotti, per l'acquisto di beni di prima necessità (cibo vestiario, materiale scolastico) e il 21,7% per assistenza medica, dato che diventa fondamentale per chi fa accoglienza diretta".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo