• Virus, oltre 100 i morti, contagio raddoppiato in 24 ore

Virus, oltre 100 i morti, contagio raddoppiato in 24 ore

La Commissione sanitaria nazionale conferma i 106 morti. Pechino invita a non fare viaggi all'estero. Rinviato l'inizio del semestre in scuole e università

Il "demone" del coronavirus, come è stato ribattezzato da Xi Jinping, ha portato a 106 il numero dei morti in Cina. Una corsa finora senza ostacoli, che ha fatto raddoppiare i contagi in 24 ore, saliti a oltre 4.500 dai 2.744 di ieri costringendo le autorità di Pechino a chiudere scuole e università sine die.

In questo clima di crescente preoccupazione gli altri paesi, Italia compresa, stanno predisponendo i rimpatri dei connazionali, ma con tempi e modi ancora poco chiari. Dopo quasi un mese dall'inizio dell'epidemia, la Cina è sempre più isolata dal resto del mondo. Perché oltre alla quarantena già in atto per decine di milioni di persone, attorno all'epicentro di Wuhan, il governo ha consigliato a tutti i cittadini di evitare i viaggi all'estero, per garantire la loro "salute e sicurezza" ma anche quella degli stranieri. Hong Kong ha bloccato i treni e i traghetti diretti verso la terraferma, e gli Stati Uniti stanno valutando restrizioni per i viaggi da e verso la Cina, mentre Londra ha sconsigliato "tutti i viaggi non necessari" nel Paese. Le persone infette sono ormai oltre 4.500 ed il tasso di diffusione - ogni malato può contagiarne altri 2,6 - ha livelli simili a quelli di altre importanti epidemie con la Sars e l'influenza del 2009, secondo stime di ricercatori britannici che collaborano con l'Oms. E bisogna ancora chiarire i casi degli infetti pur senza sintomi. 

L'Organizzazione mondiale della sanità ammette l'errore e dichiara che il rischio globale derivante dal coronavirus cinese è "elevato", non "moderato" come aveva scritto negli ultimi rapporti. In quello più recente, infatti, l'organismo dell'Onu rileva un rischio "molto alto in Cina, alto a livello regionale e alto a livello globale". In una nota aggiunge che nelle comunicazioni dei giorni precedenti era stato detto "erroneamente" che il rischio era "moderato", ha spiegato la portavoce Fadela Chaib.

"La correzione di oggi dell'Oms, che ha dichiarato che il rischio globale derivante dal coronavirus cinese è 'elevato' ammettendo un errore nei suoi precedenti rapporti in cui lo si definiva 'moderato', potrebbe essere un preludio alla dichiarazione di 'emergenza globale' da parte della stessa Oms". Lo afferma all'ANSA il direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell'Istituto Superiore di Sanità, Gianni Rezza. E' però, afferma, "anche una decisione politica nei confronti della Cina".

L'Oms, comunque, apprezza le misure adottate dal governo cinese contro l'epidemia del nuovo coronavirus 2019-nCoV e confida nelle capacità del Paese di prevenire e contenere il contagio. Lo ha detto oggi il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, incontrando a Pechino il ministro degli Esteri Wang Yi. L'Oms, ha aggiunto, non raccomanda l'evacuazione dei cittadini di altri Paesi dalla Cina e invita la comunità internazionale a "mantenere la calma e a non reagire in maniera eccessiva"

 Hong Kong ha deciso di bloccare i collegamenti dei treni ad alta velocità e dei traghetti con la Cina continentale dal 30 gennaio, negli sforzi per fermare la diffusione del coronavirus di Wuhan. Indossando una mascherina verde protettiva, la governatrice Carrie Lam ha detto di vedere "ingiustificata" la chiusura totale delle frontiere con la Cina, aggiungendo però che sarà dimezzato il numero totale dei voli transfrontalieri. I permessi individuali per i viaggi, ha detto in un briefing con i media, saranno sospesi.

La diffusione del Coronavirus di Wuhan accelera: la Commissione sanitaria nazionale cinese ha detto nei suoi aggiornamenti quotidiani che i casi d'infezione accertati sono saliti a 4.515 unità, quasi raddoppiati in 24 ore sulle 2.744 unità di ieri.
    La commissione ha confermato 26 nuovi decessi, a quota 106 totali, secondo quanto è già emerso stamani dalle comunicazioni della Commissione sanitaria di Wuhan. Allo stato, ci sono quasi 7.000 casi sospetti in attesa di conferma. 

Esclusa per gli italiani bloccati in Cina l'idea di un "trasferimento via terra, che implica quarantene piuttosto complesse", la Farnesina "sta valutando insieme anche con altri soggetti tra cui l'istituto Spallanzani, il ministero della Sanità e il centro interforze l'idea di un trasferimento aereo", che comunque "sarà complesso". Lo ha detto il capo dell'Unità di Crisi Stefano Verrecchia, a Unomattina. "Siamo sempre in contatto con i connazionali - ha detto - che sono circa una settantina in buone condizioni di salute".

E' previsto per dopodomani un primo rimpatrio di cittadini francesi da Wuhan. "Un primo aereo di rimpatrio partirà domani da Parigi per rientrare probabilmente giovedì, con persone che non presentano sintomi", ha dichiarato il segretario di Stato ai Trasporti, Jean-Baptiste Djebbari, ai microfoni di CNews. Djebbari ha aggiunto che ci sarà successivamente un "secondo volo", con date ancora da determinare, "con persone potenzialmente affette dal virus"

In considerazione dell'epidemia del nuovo coronavirus, i cittadini cinesi sono inviati a evitare i viaggi all'estero per garantire "salute e sicurezza" di cinesi e stranieri. E' il messaggio della National Immigration Administration cinese, secondo cui la riduzione dei movimenti trans-frontalieri può aiutare a prevenire e controllare la diffusione della polmonite causata dal coronavirus 2019-nCoV, il cui focolaio è stato trovato a Wuhan. In una nota, l'amministrazione chiede di "spostare i viaggi all'estero non necessari".
   

La Cina ha deciso il rinvio sine die dell'inizio del secondo semestre per scuole e università, negli sforzi per contenere l'epidemia del coronavirus di Wuhan. Il ministero dell'Educazione, con gli studenti nel pieno delle vacanze del Capodanno lunare, non ha fornito ulteriori dettagli.

C'è un primo caso confermato di coronavirus cinese in Germania, nello stato sudorientale della Bavaria. Lo rendo noto il ministero della Salute bavarese. "Un uomo della zona di Starnberg è stato infettato dal nuovo virus" ed "è stato posto sotto controllo medico e in isolamento," ha spiega un portavoce del dicastero.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie