20:19

Hit parade, Riki in testa poi Waters

Terza in classifica Federica, con album che porta il suo nome

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - E' ancora Riki, il cantautore rivelazione di Amici, con l'ep d'esordio Perdo le parole, a dominare la top ten Fimi-Gfk degli album più venduti della settimana, seguito da Roger Waters, mente creativa e autore dei testi dei Pink Floyd, con il suo primo album rock in 25 anni, Is This The Life We Really Want?, e da Federica, altra ex di Amici con il disco che porta il suo nome. In quarta posizione troviamo Francesco Gabbani con il suo Magellano, in risalita dal settimo gradino. Segue Vascononstop di Vasco Rossi, in classifica da 32 settimane e in rimonta dall'ottava posizione alla quinta. Dal nono al sesto posto ritroviamo Tiziano Ferro con Il mestiere della vita, seguito da Ghali con Album che la scorsa settimana era sul podio sul secondo gradino. In ottava posizione troviamo una new entry: Lorde, con il suo secondo album, Melodrama. Chiudono la top ten, J-Ax & Fedez con Comunisti col Rolex, risalito dal tredicesimo gradino al nono, e l'album da solista di Harry Styles, membro degli One Direction.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




18:37

M5S: firme false, a giudizio in 14

Gup Palermo dispone processo anche per deputati nazionali

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PALERMO, 23 GIU - Il Gup di Palermo, Nicola Aiello ha rinviato a giudizio tre deputati nazionali e due regionali ex M5S, 8 attivisti del movimento e un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false apposte alla lista presentata nel 2012 dai grillini per le comunali di Palermo.
    Il processo comincerà il 3 ottobre davanti al giudice monocratico. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di falso e della violazione della legge regionale che ha recepito il testo unico in materia elettorale.
    A giudizio, come ha chiesto il pm Claudia Ferrari, i deputati nazionali poi fuoriusciti dal Movimento, Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, i parlamentari regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, rei confessi e sospesi dal Movimento, gli attivisti Samanta Busalacchi, Pietro Salvino, Riccardo Ricciardi, Giuseppe Ippolito, Stefano Paradiso, Toni Ferrara e Alice Pantaleone. Il processo è stato deciso anche per l'ex militante, l'avvocato Francesco Menallo, e per il cancelliere Giovanni Scarpello.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:30

Mafia Ostia: Pm, condanne per 100 anni

Estorsioni e gambizzazione,per accusa metodo mafioso clan Spada

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Minacce, violenze, sfratti forzosi da alloggi popolari e una gambizzazione per affermare la 'supremazia' del proprio clan sul territorio di Ostia; e tutto con l'aggravante del metodo mafioso. Per queste accuse, i pm di Roma Ilaria Calò ed Eugenio Albamonte, hanno chiesto sette condanne per quasi cento anni di reclusione nei confronti di persone facenti parte - ad avviso degli investigatori - del clan Spada. In più sono state chieste multe anche per oltre 200 mila euro di multe. Sedici anni di reclusione sono stati chiesti per Massimiliano Spada, 10 anni per Ottavio Spada, 13 anni per Davide Cirillo, Mirko Miserino e Maria Dora Spada, 14 anni per Massimo Massimiani e Manuel Granato. Condanne sono state sollecitate anche dalle parti civili costituite, con Roma Capitale che ha chiesto anche un risarcimento di 800mila euro, Regione Lazio di un milione, Associazione Caponnetto 100mila euro e Associazione Libera Sos Imprese diecimila euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



18:10

Doppio Giorgione nel labirinto del cuore

A Palazzo Venezia e Castel Sant'Angelo circa 100 opere

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Caposaldo della pittura della prima Rinascenza, archetipo di una nuova idea di ritratto dalla grande fortuna nel XVI secolo, il dipinto i 'Due amici' di Giorgione è al centro della mostra allestita dal 24/6 al 17/9 a Palazzo Venezia e Castel Sant'Angelo (biglietto unico). Al capolavoro di uno dei maestri veneti sono affiancate circa 100 opere tra tele, tavole, libri a stampa e manoscritti, bronzi, marmi provenienti dai maggiori musei internazionali. Il quadro di Giorgione, dai primi del '600 custodito nelle collezioni di Palazzo Venezia, "ha cambiato il modo di parlare dei sentimenti", ha detto il direttore del Polo museale del Lazio Edith Gabrielli. Grazie a un investimento di circa un milione di euro, le opere selezionate dal curatore Enrico Maria Dal Pozzolo sono in grado di restituire a chi guarda le suggestioni di un'epoca, in cui il porsi domande sull'amore e sui sentimenti diventava momento centrale nella vita quotidiana delle classi più agiate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


18:09

Ruby ter,chiesto processo per Berlusconi

Filone chiuso a marzo,'400 mila euro a tre ospiti serate Arcore'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 23 GIU - I pm di Milano Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, nei giorni scorsi, hanno chiesto il processo per l'ex premier Silvio Berlusconi e per tre ragazze ospiti delle serate ad Arcore, tutti indagati per corruzione in atti giudiziari nei procedimenti stralcio dell'inchiesta 'Ruby Ter' che erano stati prima trasferiti a Monza e Treviso e che poi sono tornati per competenza territoriale a Milano, dopo che sono emersi versamenti recenti alle tre giovani, Aris Espinosa, Elisa Toti e Giovanna Rigato.
    Al centro del filone di indagine, chiuso a fine marzo, ci sono versamenti fino a ottobre per quasi 400 mila euro in totale alle tre giovani in cambio, secondo l'accusa, del loro silenzio nei processi. Una presunta corruzione che sarebbe avvenuta nel capoluogo lombardo e per questo la Procura ha chiesto la restituzione degli atti trasmessi dal gup a Monza e a Treviso.
    Un provvedimento definito "abnorme" dalla difesa di Berlusconi in un ricorso presentato in Cassazione, che ha fissato un'udienza per il 14 luglio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:43

Consip: Marroni lascia, il 27 vado via

'Io fedele servitore Stato'. Andare avanti? 'Chiedete a Padoan'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Luigi Marroni lascia Consip. L'Ad lo ha annunciato al termine di un incontro con il presidente dell'Anac Raffaele Cantone. "Il mio futuro? - ha detto - Non sarà certo in Consip, l'assemblea del 27 chiude un'esperienza bellissima per me". "Sono un fedele servitore dello Stato - ha aggiunto - e faccio il mio lavoro fino in fondo. E' stato un onore lavorare per lo Stato italiano". A chi gli chiedeva se vi fossero ancora le condizioni per andare avanti, l'amministratore delegato della centrale acquisti della pubblica amministrazione ha risposto dicendo di rivolgersi al ministro dell'Economia Padoan. "Chiedetele all'azionista queste cose, non a me. Io sto concludendo il mio lavoro da servitore di questa istituzione e vorrei tenere questo atteggiamento fino in fondo". Quanto alle sue due audizioni con i pm di Roma Marroni si è limitato a sottolineare: "Io sono stato interrogato due volte e ho detto quel che dovevo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:40

Russia: Navalni non può candidarsi

'A causa della condanna a cinque anni con condizionale'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MOSCA, 23 GIU - L'oppositore Alexiei Navalni non può candidarsi alle presidenziali russe del prossimo anno a causa della condanna a cinque anni con la condizionale inflittagli nel processo-bis del controverso caso KirovLes: lo ha annunciato la Commissione elettorale centrale in un comunicato. Già la scorsa settimana, la presidente della commissione, Ella Pamfilova, parlando al canale Dozhd aveva affermato che Navalni non ha "nessuna possibilità" di essere ammesso alle presidenziali a causa della condanna per appropriazione indebita.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Pubblicità