06:03

Huawei, sistema operativo già in autunno

Dopo stop Google su Android e stretta Usa su forniture hi-tech

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 23 MAG - Il sistema operativo 'made in Huawei', dopo lo stop di Google su Android, sarà lanciato al più presto in autunno e non oltre la primavera del 2020. E' quanto ha detto Richard Yu, capo della divisione consumer business del colosso di Shenzhen, a conferma delle indiscrezioni che circolano da ieri sui media cinesi.
    La mossa, scrive il Global Times, "riflette la strategia di Huawei di diventare indipendente e trovare soluzioni alternative" alle forniture di componenti hi-tech dopo l'ultima stretta alla vendita decisa dagli Usa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

03:57

Borsa: Shanghai debole, apre a -0,38%

In calo anche Shenzhen, a -0,40%

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 23 MAG - Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio negativo: l'indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute una flessione dello 0,38%, a 2.880,84 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,40%, a quota 1.534,70.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

03:24

Huawei, anche Panasonic ferma forniture

L'azienda giapponese si adegua al bando Usa

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - La giapponese Panasonic ha annunciato oggi di aver sospeso le spedizioni di alcuni componenti alla Huawei, per rispettare le restrizioni statunitensi sull'azienda cinese. "Panasonic ha comunicato ai suoi dipendenti di interrompere le transazioni con Huawei e le sue 68 filiali coperte dal bando degli Stati Uniti", spiega la società in una nota.
    L'azienda con sede a Osaka non ha grandi siti di produzione di componenti negli Usa, ma ha affermato che il bando si applica alle merci che hanno almeno il 25% di tecnologie o materiali originati negli Stati Uniti. Panasonic, che produce un'ampia gamma di dispositivi per smartphone, automobili e apparecchiature per l'automazione industriale, ha rifiutato di commentare quali specifici componenti sono soggetti al divieto e dove vengono prodotti.
    Il dipartimento del Commercio degli Usa ha bloccato Huawei dall'acquisto di merci statunitensi la scorsa settimana, dicendo che l'azienda era coinvolta in attività contrarie alla sicurezza nazionale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:56

Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,48%)

Cambi: yen si rivaluta su dollaro ed euro

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TOKYO, 23 MAG - Non si attenuano i timori degli investitori circa l'inasprirsi della crisi tra Cina e Stati Uniti sul commercio internazionale, comprese le ramificazioni del caso Huawei, e la Borsa di Tokyo avvia le contrattazioni nuovamente in calo. Il Nikkei cede lo 0,48% a quota 21.180,24, perdendo 103 punti. L'incertezza sui mercati si ripercuote sulle valute, con lo yen che torna ad apprezzarsi sul dollaro a un valore di 110,50 e a 122,90 sull'euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

00:36

Pentagono, altri 10 mila soldati in Mo

Contro potenziali minacce iraniane

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - WASHINGTON, 23 MAG - Il Pentagono intende presentare alla Casa Bianca un piano per mandare ulteriori truppe, sino a 10 mila uomini, in Medio Oriente per rafforzare le difese contro potenziali minacce iraniane. Lo riferisce l'Ap citando dirigenti Usa anonimi, secondo cui non e' stata presa ancora alcuna decisione e non e' chiaro se la Casa Bianca approvera' la proposta. Le forze avrebbero uno scopo difensivo.
    All'esame anche l'invio di altre batterie di missili Patriot ed altre navi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

00:33

Onu, Gb lasci isole Chagos entro 6 mesi

L'arcipelago dell'Oceano Indiano ospita una base militare

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - La Gran Bretagna restituisca entro sei mesi a Mauritius le isole Chagos, un piccolo arcipelago nell'Oceano Indiano a sud delle Maldive dove ha sede fra l'altro una base americana: è quanto chiede una risoluzione approvata dalle Nazioni Unite, secondo quanto riferisce la Bbc citando fonti diplomatiche. La risoluzione, comunque non vincolante per il Regno Unito, è stata approvata dall'assemblea generale a New York con i voti di 116 Stati a favore e solo sei contrari.
    Cinquantasei Stati, tra cui Francia e Germania, si sono astenuti. Il rappresentante di Mauritius ha ricordato di aver dovuto cedere quel territorio, ora britannico, nel 1965 in cambio dell' indipendenza del Paese e che per far posto alla base militare, la Gran Bretagna deportò tutti gli abitanti dell'arcipelago. Il foreign office, da parte sua, ha affermato di non riconoscere la sovranità di Mauritius sulle Chagos, ma si è detto disposto ad impegnarsi a restituirle "quando non saranno più necessarie a scopi di difesa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:53

Bus in scarpata: arrestato l'autista

Ancora 21 turisti in ospedale a Siena, uno a Poggibonsi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - SIENA, 22 MAG - E' stato arrestato il 35enne di Castrovillari (Cosenza), conducente del bus che stamani è finito in una scarpata sull'Autopalio. Nell'incidente una donna è morta e 37 persone sono rimaste ferite. Per l'uomo, interrogato a lungo a Siena dalla polstrada e dal magistrato di turno, le accuse sono di omicidio stradale e lesioni. Secondo quanto appreso l'uomo per una distrazione, sembra stesse facendo alcune manovre sulla plancia di comando del pullman, ha perso controllo del mezzo controllo che ha provato inutilmente ha riprendere. La misura dovrà essere convalidata domani da gip e stanotte il 35enne sarà trattenuto in camere sicurezza. I turisti ancora in ospedale sono 21 alle Scotte di Siena e uno a Poggibonsi. Gli atri 44 stanno rientrando in queste ore a Montecatini (Pistoia) da dove stamani la comitiva era partita per Siena.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:42

Fca, Manley scommette sul Brasile

Bloomberg, piano aumentato di 500 mln dollari

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 22 MAG - Fca scommette sull'America Latina e in particolare sul Brasile, dove introdurrà nuovi modelli e amplierà i due impianti esistenti nell'ambito di un piano da 4 miliardi di dollari per riguadagnare quote di mercato nel Paese.
    Lo afferma l'amministratore di Fca, Mike Manley, secondo quanto riportato dall'agenzia Bloomberg. Un obiettivo che Fca intende perseguire aumentando di 500 milioni di dollari il piano di investimenti in sud America al 2024. "Vogliamo assicurarci che Fiat resti molto forte in Brasile" dice Manley. "Il marchio Fiat è centrale nella nostra attività" aggiunge.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:11

Sandrini, mai perso speranza libertà

"Trattato bene. Mi ha salvato l'attività fisica e la disciplina"

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - "Non ho mai perso la speranza di tornare libero. Sono stato tratto abbastanza bene, mai minacciato di morte: mi ha salvato l'attività fisica che riuscivo a fare e la disciplina che mi sono dato". E' quanto raccontato da Alessandro Sandrini, l'italiano liberato oggi in Siria dopo tre anni di prigionia, al pm di Roma Sergio Colaiocco titolare dell'indagine avviata a piazzale Clodio per sequestro di persona per finalità di terrorismo. L'uomo, nel corso dell'audizione con gli inquirenti durata oltre due ore, ha ricostruito la sua vicenda. "Sono partito dall'Italia il 3 ottobre del 2016 per una vacanza nell'area sud della Turchia. Il giorno dopo il mio arrivo, mentre mi trovavo nella città di Adana, sono stato bloccato in strada e narcotizzato, mi sono svegliato dopo alcune ore in una stanza con due carcerieri incappucciati e armati". E' probabile che Sandrini sia stato venduto da un gruppo di criminali locali alle milizie jihadiste attive nella zona di Aleppo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:03

Schiaffo a Trump, su DB vincono i dem

Giudice di New York respinge l'istanza del presidente

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - WASHINGTON, 22 MAG - Nuovo schiaffo della giustizia a Trump: un giudice distrettuale di New York, Edgardo Ramos, ha respinto l'istanza del presidente, dei suoi tre figli e della Trump Organization per impedire a Deutsche Bank e Capital One di fornire i documenti richiesti da due commissioni della Camera che indagano sulle finanze della famiglia Trump. Secondo il giudice, il Congresso ha l'autorità legale per chiedere documenti. E' la seconda sconfitta legale del tycoon in pochi giorni nella sua battaglia contro le inchieste dem.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

22:44

Borsa, Ny chiude in calo con dazi

Pesanti grandi magazzini, si teme effetto tariffe su consumatori

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 22 MAG - Nuova giornata negativa per Wall Street. I listini americani chiudono tutti in calo spaventati dalla guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina e sul suo effetto sui consumatori. Neanche le rassicurazioni sulla Fed riescono a invertire il trend. E così il Dow Jones chiude in calo dello 0,39%. Il Nasdaq perde lo 0,45%, mentre lo S&P 500 lo 0,28%. Pesanti le catene di grandi magazzini, in calo sulla scia dei timori dell'impatto dei dazi. Preoccupazioni di cui il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin, ha parlato con il chief financial officer di Walmart, il colosso delle vendite al dettaglio americano. Nordstrom perde il 9,25%. J.C. Penney il 6,07%. Affonda Qualcoom, che perde il 10,86%. A pesare è la decisione del giudice Lucy Koh, che si è schierata con la Federal Trade Commission e ha rilevato come le pratiche di Qualcomm violino le norme sulle concorrenza. Una decisione che arriva a un mese di distanza dall'accordo fra la società e Apple, che aveva avanzato accuse analoghe.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

22:20

Rivolta carcere Campobasso, 28 barricati

Fuoco a materassi, no ostaggi. Sul posto il capo della Procura

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - CAMPOBASSO, 22 MAG - Una rivolta è in corso nel carcere di Campobasso dove almeno 28 detenuti si sono barricati dentro una struttura. Secondo le Forze dell'Ordine al momento è tutto sotto controllo. Sul luogo si è già recato il Procuratore capo di Campobasso, Nicola D'Angelo. Secondo quanto conferma Aldo Di Giacomo, segretario del Spp, sindacato degli agenti penitenziari, i detenuti si sono rinchiusi nel II settore, avrebbero bruciato alcuni materassi e non ci sarebbero agenti sequestrati o ostaggi. Alla radice della protesta, riferisce Di Giacomo ''potrebbero esserci problemi con la diminuzione di alcuni benefici quali telefonate ed altro''. A quanto si apprende i motivi della rivolta sarebbero da individuare anche nel super affollamento del II settore. Secondo Di Giacomo infatti nel reparto alcuni detenuti avrebbero dormito con i materassi per terra, in un carcere che al momento vede la presenza di circa 180 detenuti. Non molti di più rispetto al totale della capienza, ma sensibilmente rispetto alla capienza del settore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

21:35

Brexit, ministra Leadsom si dimette

E' considerata possibile pretendente a successione a guida Tory

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - LONDRA, 22 MAG - La ministra britannica per i Rapporti con il Parlamento (Leader of the House), Andrea Leadsom, figura di spicco fra i componenti brexiteer del governo Tory, ha annunciato stasera le dimissioni in polemica con le concessioni fatte dalla premier Theresa May alle opposizioni nel testo della legge d'attuazione della Brexit. Leadsom, ritenuta una pretendente alla leadership Tory e alla guida del governo, è stata oggi in prima fila nelle riunioni organizzate in seno al partito per cercare di ottenere le dimissioni della May.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

21:13

DiCaprio sul red carpet per l'ambiente

Attore produttore di Ice on fire, tra le proiezioni speciali

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - CANNES, 22 MAG - E' tornato sul red carpet questa sera Leonardo DiCaprio, non come attore come ieri per il film di Quentin Tarantino C'era una volta a Hollywood ma come attivista ambientalista e produttore del documentario Iced on fire, tra le proiezioni speciali del festival oggi. Con lui la regista Leila Conners​ che ha detto "quando una personalita' come Leonardo parla di certi temi, ne fa comunicazione mediatica arriva un grande aiuto. Il film pero' vuole incoraggiare tutto il pubblico a darsi da fare personalmente per salvare l'ambiente senza demandare a persone celebri di farlo".
    Il tono del documentario e' moderatamente ottimista. "Oggi abbiamo le soluzioni per aiutare il pianeta, per ridurre la nostra impronta ambientale con atteggiamenti e stili di vita", ha detto la regista. Ice on Fire mostra cosa si sta facendo in questo senso: Nuovi carburanti più puliti, alghe rivoluzionarie, tecniche avanzate per espellere l'anidride carbonica dall'atmosfera.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

21:09

Addio a Binyavanga Wainaina, fece outing

Scrittore kenyota aveva 48 anni, grande attivista del mondo gay

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - E' morto ieri a Nairobi a soli 48 anni, al termine di una lunga malattia, Binyavanga Wainaina, come ha annunciato il suo amico, Tom Maliti, presidente del Kwani Trust fondato dallo stesso Wainaina, che pubblicava l'omonima rivista 'Kwani'. Era nato in Kenya a Nakuru il 18 gennaio 1971. E' autore d'importanti articoli critici sui luoghi comuni che caratterizzano lo sguardo sul continente africano (''How to write about Africa, How not to write about Africa'') e di un fortunato memoir intitolato, nell'edizione italiana edita da 66thand2nd nel 2013, ''Un giorno scriverò di questo posto''.
    Lo scrittore fu incluso nel 2014 nella lista del 'Time' dei 100 uomini più influenti del pianeta, dopo che a seguito all'approvazione di leggi persecutorie sull'omosessualità in Uganda (paese natale di sua madre) e in Nigeria, aveva deciso di rendere nota la sua omosessualità. Lo fece in maniera indimenticabile e commovente: "I am homosexual, mum", nuovo capitolo da aggiungere al suo libro autobiografico.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA