Apple pensa a contenuti a pagamento sull'app News

Stampa, differenziarsi da altre proposte come quella di Facebook

Apple sarebbe al lavoro per rendere disponibili contenuti a pagamento attraverso la sua app News. Lanciata a settembre scorso in accordo con 100 editori di tutto il mondo, l'applicazione al momento conta 40 milioni di lettori. E' disponibile solo in Usa, Gran Bretagna e Australia.

La mossa, anticipata da alcuni media internazionali, sarebbe un aiuto alle testate come il Wall Street Journal e il New York Times, che hanno da tempo adottato il 'paywall'. Potrebbero offrire più contenuti e anche gestire direttamente i sottoscrittori. L'obiettivo di Apple potrebbe essere invece, oltre ai guadagni, quello di distinguersi dalle offerte di altri big della tecnologia in tema di editoria.

Come Instant Articles di Facebook, che consente di leggere gli articoli dentro al social network grazie ad un accordo con 14 realtà editoriali. Ed è di queste ore il lancio da parte di Microsoft di News Pro.E' un'applicazione per dispositivi con sistema operativo iOS di Apple, che è in pratica un aggregatore di notizie simile a Flipboard.

Senza contare Google, pioniera dei prodotti editoriali, che di recente ha anche lanciato una funzione che si chiama Accelerated Mobile pages (Amp): permette di caricare più più velocemente contenuti sui dispositivi mobili.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA