ANSAcom

Aftermarket automobilistico Made in Italy piace all'estero

Ad Automechanika record espositori italiani e incontri B2B

ANSAcom

MILANO - L'Italia attira l'attenzione del mercato internazionale dell'aftermarket automobilistico, con i suoi componenti per ricambi, attrezzature per la carrozzeria, gli pneumatici, ma non solo. E' questo il sentiment degli imprenditori italiani presenti ad Automechanika, fiera internazionale di riferimento del settore del posi vendita, organizzata da Messe Frankfurt, che ha aperto i battenti oggi a Francoforte e si chiuderà il 15 settembre.

A celebrare questo importante anniversario cifre da record, con 5.000 espositori presenti, il 10% provenienti dall'Italia. Automechanika rappresenta "un immancabile momento di incontro con i nostri clienti di tutto il mondo" ed è "una vetrina di riferimento" per le aziende del settore, sostiene il presidente del gruppo Euroricambi, Pierluigi Taddei, che "fin dal primo minuto" ha visto arrivare al suo stand persone di diverse parti del mondo. Anche il gruppo veronese dei ricambi, JapanpartsGroup, ha avuto diversi incontri con aziende internazionali, così come l'azienda Spanesi, che dall'89 costruisce attrezzature per carrozzerie.

Novità di quest’anno, il debutto dell'industria dei pneumatici, con un intero padiglione dedicato, dove i visitatori possono sperimentare i legami con l'aftermarket automobilistico. Ma anche l'area delle 'Classic cars', nata dalla collaborazione con Retro Messen, e il settore 'car wash' che con questa nuova collocazione includerà anche i temi della cura e del ricondizionamento dei veicoli.

Con 16 fiere in 15 paesi, Automechanika è il brand fieristico B2B di maggior successo al mondo: una rete di eventi coordinati da un punto di vista geografico e stagionale, supportata a livello internazionale da 21.000 espositori e 600.000 visitatori professionali.

In collaborazione con:
Messe Frankfurt

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: