Terremoto in Messico, bilancio continua a salire, 273 i morti

E' di almeno 36 morti, 32 bambini e quattro adulti, il bilancio di vittime dopo il crollo della scuola 'Enrique Rebsamen' di Città del Messico

VIDEO: il momento della scossa all'interno di un ufficio 

Continua ad aumentare il bilancio dei morti dopo il terremoto in Messico: le persone che hanno perso la vita sono 286, ha precisato il responsabile della protezione civile Luis Felipe Puente. Le autorità hanno contato 137 morti a Città del Messico, l'area più colpita dalla scossa di martedì. Le altre persone sono morte negli stati di Morelos (73), Puebla (43), Messico (13), Guerrero (6) e Oaxaca (1). Nella scuola 'Enrique Rebsamen', dove hanno perso la vita 19 bambini e sei adulti, i soccorritori e i volontari sono stati fatti evacuare per il rischio di crolli. La decisione è stata presa dagli uomini della marina, che coordinano i lavori, a causa della caduta di una colonna all'interno dell'edificio.

TUTTI I VIDEO

Le operazioni di soccorso per trovare persone intrappolate sotto le macerie proseguono in almeno dieci palazzi crollati a Città del Messico. Lo ha reso noto il presidente messicano Enrique Pena Nieto. "Continuiamo a cercare le persone fra i detriti", ha precisato Pena Nieto alla stampa nel corso di una visita Chiautla, Puebla, uno degli stati più colpiti dal terremoto, dove sono state danneggiate almeno 10 mila abitazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA