Manchester, la strage dei ragazzini

Esplosione allo show per teenager. May: "Atto orrendo, temo altro attacco"

Redazione ANSA LONDRA

La follia del terrorismo semina morte ad un concerto di teen ager a Manchester, dove un kamikaze si è fatto esplodere al concerto di Ariana Grande, idolo dei teenager, in una arena affollatissima di giovanissimi e di genitori: 22 morti, almeno 120 i feriti. Ci sono anche bambini tra le vittime, la più piccola aveva otto anni. Dodici piccoli gravemente feriti, tutti sotto i 16 anni. L'Isis rivendica l'attentato affermando, tramite l'agenzia Amaq, che uno dei suoi membri ha compiuto l'attacco. 

Secondo fonti del Times, il kamikaze era tornato da poco dalla Libia: da qualche giorno appena. Il ventiduenne Salman Abed, figlio di un rifugiato libico, potrebbe aver quindi viaggiato anche in Siria e preparato l'attacco di lunedì sotto la guida jihadista.

LA CRONACA DELL'INVIATO (VIDEO)

L'evacuazione del centro commerciale a Manchester (da YouTube)

E' una sedicenne fan di Ariana Grande la prima vittima identificata: si chiama Georgina Bethany Callander (nella foto qui sotto con la pop star), e si era detta entusiasta sul suo profilo Twitter alla vigilia del concerto della sua beniamina alla Manchester arena.

E' il peggiore attacco terroristico su suolo britannico dal 7 luglio del 2005 quando a Londra quattro bombe piazzate da Al Qaeda su mezzi del trasporto pubblico uccisero 56 persone, compresi i quattro kamikaze, e ne ferirono 700. Da Bruxelles al Bataclan: i precedenti attentati 


LE FOTO DEI SOCCORSI

PANICO DOPO LA BOMBA, IL VIDEO DELLA FUGA

Tutto e' avvenuto verso le 22:30 del 22 maggio scorso ora locale al Manchester Arena, subito dopo la fine di un concerto di Ariana Grande - pop star americana 24enne, rimasta illesa - quando un boato ha scatenato il panico fra gli spettatori. Una deflagrazione nella zona del foyer, non lontano dalle biglietterie, subito fuori dall'area degli spalti. La struttura, la piu' grande arena indoor d'Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi

TUTTI I VIDEO

Testimoni hanno riferito di un ordigno imbottito di chiodi, secondo quanto riporta il Mirror. E' certo che si è trattato di un kamikaze, il quale ha attivato l'esplosivo ed è morto. La polizia ritiene di conoscere l'identità dell'attentatore "ma a questo punto delle indagini non possiamo rivelarla", ha affermato la premier Theresa May dopo aver presieduto il comitato Cobra, convocato d'urgenza. "Gli inquirenti ritengono che abbia agito da solo" ma stanno indagando sull'eventualità che faccia parte "di un gruppo più ampio".

Immagini registrate da testimoni oculari hanno mostrato scene di terrore, con urla seguite dal fuggi fuggi generale. 



La premier ha diffuso un messaggio di cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime di questo "orrendo attacco terroristico". La campagna elettorale è stata sospesa e la premier ha convocato d'urgenza il Consiglio dei ministri e il comitato d'emergenza Cobra. "Lo spirito della Gran Bretagna" non sarà piegato dal terrorismo: "I terroristi non vinceranno mai, vinceranno i nostri valori e il nostro modo di vivere".

"Distrutta. Dal profondo del mio cuore, sono così tanto dispiaciuta. Non ho parole", ha scritto la pop star Ariana Grande su Twitter.

Non risultano italiani coinvolti nell'attentato. Minniti ha convocato il Comitato antiterrorismo. "I nostri pensieri alle vittime dell'attacco di #Manchester e alle loro famiglie", scrive su Twitter Gentiloni. "Seminare la morte in un concerto, tra giovanissimi. Ciò che è accaduto spezza il cuore", scrive su Facebook Renzi.

Unanime sul web la condanna ed il dolore dei leader mondiali per l'attacco terroristico.  ''Questa ideologia perversa deve essere annientata, ed intendo dire completamente annientata'', ha detto Donald Trump.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in