Covid: Usl, già 200 autodichiarazioni sospensione quarantena

Circa la metà proviene dal Comune di Aosta

Sono duecento le autodichiarazioni presentate ai Comuni della Valle d'Aosta da parte di cittadini in situazione di quarantena, "contatti stretti asintomatici" sottoposti ad ordinanza del Sindaco. Lo comunica, in una nota, l'Usl della Valle d'Aosta, precisando che circa la metà delle autodichiarazioni riguarda il Comune di Aosta (dati forniti dal Celva/Cpel).
    "Si tratta di un numero considerevole di cittadini - si legge - che, tramite questa procedura di semplificazione, hanno potuto porre fine alla quarantena abbreviando i tempi necessari all'espletamento delle pratiche burocratiche".
    Attivato il 4 novembre 2020 il sistema prevede che i soggetti definiti "contatti stretti asintomatici", ovvero chi sia stato a contatto con soggetti positivi al Covid-19 e sia sottoposto all'ordinanza di quarantena da parte del Sindaco, possa compilare un modulo di autodichiarazione da consegnare agli uffici del proprio Comune di residenza, qualora il soggetto risulti senza sintomi e siano trascorsi 14 giorni di isolamento e non sia stato effettuato il tampone di guarigione; in questo modo, il Sindaco che ha emesso l'ordinanza di quarantena potrà revocarla con decorrenza immediata. Rimane valida la norma secondo cui le persone che effettuano il tampone dopo il decimo giorno di isolamento e risultano negative concludono la quarantena.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie