10 dicembre, 15:15 Spettacolo

I trionfi del cinema italiano

Tre i nomi, Paolo Sorrentino e Alice e Alba Rohrwacher. E poi gli 80 anni di Sofia

Il 2014 sarà ricordato come l'anno del cinema italiano: la statuetta più importante, l'Oscar, è tornata in Italia. La Grande bellezza di Paolo Sorrentino vince per il miglior film straniero facendo raggiungere così al nostro Paese quota tredici statuette tricolori. L'ultima volta fu 15 anni fa con La vita e' bella di Roberto Benigni.

E il film del regista italiano tocca 'solo' l'apice a Los Angeles: era dal 1989 (con 'Nuovo Cinema Paradiso' di Giuseppe Tornatore) che l'Italia non vinceva un Golden Globe, ma 'La grande bellezza' ha rotto l'incantesimo. 

Sorrentino conquista anche i Bafta, gli oscar britannici: la pellicola italiana e' stata premiata come miglior film non in lingua inglese.

Ai David di Donatello, che ha visto la vittoria come miglior Film de 'Il capitale umano' di Paolo, 'La grande bellezza' ottiene 9 statuette.

Non solo Sorrentino però: due donne italiane hanno contribuito a far rimanere il nostro Paese sul tetto del mondo del cinema. A Cannes il talento delle sorelle Rohrwacher sbaraglia la concorrenza. Per Alice arriva il prestigioso secondo premio del festival di Cannes, il Grand Prix, con Le meraviglie interpretato proprio dalla sorella. Alba vince la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile tra i film del concorso di Venezia 71, ovvero Hungry Hearts di Saverio Costanzo. Coppa Volpi anche a Adam Driver sempre per Hungry Hearts.

Oltre ai premi però il 2014 ha significato anche un importante traguardo per la regina del cinema italiano: il 20 settembre Sophia Loren ha compiuto 80 anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA