Berlusconi: 'In campo come nel '94 contro il pericolo M5s'

'Non sono democratici, sono una setta'. Il Cav al movimento animalista della Brambilla: ''Stop all'allevamento di animali per pelliccia, stop agli animali inscatolati nei circhi, via gli animali dal redditometro e garante per i diritti degli animali'

Beppe Grillo ha detto "una sola cosa giusta, quando ha salutato i giornalisti così: 'Tornate a casa dove sono tutti sconcertati, perché devono avere uno come voi tra loro'. È l'unica cosa di Grillo che ho letto e che è simpatica". Così il leader di FI, Silvio Berlusconi, parlando all'assemblea del Movimento Animalista, a Milano.

 "Sono ancora qui - ha detto Berlusconi - come nel 1994. Allora incombeva sull'Italia il grave pericolo, la possibilità che un partito che aveva sposato l'ideologia più disumana della storia dell'uomo, quella del Partito Comunista, andasse al potere. Io ho deciso di lasciare tutto e di scendere in campo per preservare il nostro paese da un pericolo nefasto. Ora c'è la possibilità di vedere al governo un M5S che non è assolutamente democratico. È una setta diretta da un bureau di due persone".

In Forza Italia - ha detto il Cavaliere - ci saranno candidati del Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla, di cui saranno condivise tutte le proposte. All'assemblea del Movimento a Milano ha promesso "stop all'allevamento di animali per pelliccia, stop agli animali inscatolati nei circhi, via gli animali dal redditometro e istituzione di un garante per i diritti degli animali".


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA