Le Google Car adesso sfidano la pioggia

I test ora riguardano tre contesti urbani, altri tre arriveranno

Dopo le strade californiane Mountain View e quelle texane di Austin, le Google Car si stanno per cimentare con un altro contesto urbano, quello di Kirkland nello Stato di Washington, che differisce dagli altri due per un paio di elementi non marginali: la pioggia e la presenza di colline.

Due fattori, questi, che possono mettere a dura prova i sensori delle auto autonome, così come le telecamere.

Il test per ora coinvolge solo un Suv ibrido di Lexus, ma nei prossimi mesi altri elementi della flotta di Big G potrebbero arrivare a Kirkland, dove Google ha un campus. In futuro, inoltre, altre tre città dovrebbero essere coinvolte nelle sperimentazioni di Google, come si legge in un documento sottoposto alla Federal Communications Commission statunitense e visionato dal Guardian. Una di queste potrebbe essere Ann Arbor, in Michigan, dove la compagnia sta cercando un product manager per le auto a guida autonoma.

Oltre alle piogge e alle strade collinari, lo Stato di Washington ha, come la California, il vantaggio di non avere norme specifiche per i test di veicoli guida autonoma. Le vie di Austin, invece, sono state scelte per i semafori, orizzontali e non verticali. Lo ha spiegato la stessa Google in un documento, in cui ha sottolineato che dal 2009 a fine gennaio le auto hanno percorso quasi 2,3 milioni di km in modalità autonoma. Ogni settimana i veicoli si guidano da soli per 16-24 mila km.
  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA