Roma: Garcia allena, Spalletti va in Usa da Pallotta

Tecnico francese ancora a Trigoria da 'esonerato'

Uno lavora a Trigoria da 'esonerato', l'altro incontra il presidente senza aver ancora ricevuto formalmente l'incarico di nuovo allenatore. Sono ore frenetiche in casa Roma, con Rudi Garcia al passo d'addio e Luciano Spalletti vicino a subentrargli. Quest'ultimo, dopo aver definito a grandi linee i termini dell'accordo col direttore sportivo, Walter Sabatini, da Firenze è salito sul primo volo per Miami e, dopo uno scalo tecnico a Parigi, è sbarcato negli Stati Uniti per raggiungere il dg Baldissoni e soprattutto James Pallotta. Il presidente, dopo aver ricevuto la relazione su Spalletti preparata dal suo entourage, vuole infatti incontrare di persona l'uomo che dovrà risollevare le sorti di una stagione finora al di sotto delle aspettative (quinto posto in campionato al termine del girone d'andata ed eliminazione in Coppa Italia per mano dello Spezia). Il faccia a faccia servirà a Pallotta per conoscere Spalletti, per valutarne ambizione e quella mentalità vincente che il presidente ritiene indispensabile per guidare la Roma. Ovviamente anche il tecnico di Certaldo avrà le sue richieste da presentare, dalla durata del contratto (Spalletti ha già spiegato a Sabatini di non ritenersi un traghettatore e di volere garantito almeno un anno e mezzo di contratto) allo stipendio, passando per le mosse di mercato necessarie a completare la rosa. Solo dopo l'endorsement di Pallotta potrà poi arrivare la fumata bianca che sancirà l'avvicendamento in panchina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA