• Serie A: Fiorentina Sampdoria 3-3, Muriel-Quagliarella show

Serie A: Fiorentina Sampdoria 3-3, Muriel-Quagliarella show

Cagliari-Empoli 2-2, Spal-Bologna 1-1

Quattro squilli poderosi di Duvan Zapata sono il braccio armato di un'Atalanta champagne che Gasperini ha rimodellato dopo due anni di grandi prestazioni e di cessioni milionarie e che schianta 5-0 in trasferta un Frosinone che rotola verso la retrocessione. Dopo un inizio mediocre la Dea torna a volare e ora si affaccia alla zona Champions e si prepara ad ospitare in casa la Roma momentaneamente quarta. Ma e' la giornata doc dei cannonieri perche' nella spettacolare sfida tra Fiorentina e Sampdoria, finita 3-3, si esaltano con una doppietta l'altro colombiano Muriel, di ritorno da Siviglia, e l'eterno Quagliarella. Pari anche la sfida salvezza tra Spal e Bologna e tra Cagliari ed Empoli.

Muriel e Quagliarella show del gol, Fiorentina-Samp è 3-3 - Gol ed emozioni fino all'ultimo al Franchi tra Fiorentina e Sampdoria terminata 3-3 dopo il doppio vantaggio dei viola che hanno giocato per quasi un'ora in 10 contro 11, la rimonta e il sorpasso doriano e quindi, al 93', la zampata di Pezzella che, peraltro ha evitato una sconfitta che avrebbe pesato sulla corsa all'Europa. Mattatori Muriel e Quagliarella, autori di una doppietta a testa in un match contrassegnato da una discussa direzione arbitrale e molto nervosismo specie nel finale. Entrambi ex, il colombiano alla prima da titolare viola in campionato, ha sbloccato la gara nel primo tempo con una rete da cineteca e, in 10 contro 11, dopo il rigore del momentaneo 1-1 siglato da Ramirez, ha riportato in avanti la Fiorentina a metà ripresa con un altro gol da applausi. Il capitano doriano , in ombra per buona parte della gara, è stato determinante dal 36' del secondo tempo quando ha realizzato il rigore concesso per un ingenuo fallo di mano di Vitor Hugo (poco prima a rischio rosso su Saponara) e 4' dopo quando ha beffato Pezzella e Milenkovic: decima gara sempre a segno (11 gol) per capitan Quagliarella che contro l'Udinese, nel prossimo turno, può ambire ad eguagliare il record di Batistuta.  La cronaca

A Palacio risponde Kurtic, pari tra Spal e Bologna - Il derby della paura finisce in parità, ma regala emozioni e scampoli di bel gioco. Il Bologna si illude per 40', grazie all'acuto di metà primo tempo di Palacio. La Spal reagisce nella ripresa: rete annullata dal Var di Antenucci, pari di Kurtic e nel finale salvataggio sulla linea tra Calabresi e Skorupski. Il punto lascia la classifica invariata, ma le speranze salgono perché il nuovo Bologna che sta nascendo dal mercato ha prodotto un'ora di buon calcio, poi un crollo atletico evidente. La Spal ha superato la botta psicologica dello svantaggio, concretizzando una ripresa accettabile. Rimane, però, che sia biancazzurri che rossoblù non vincono da quattro mesi. La Spal in porta fa debuttare il neo arrivato Viviano, in mezzo chiavi della regia affidate a Valdifiori in luogo di uno Schiattarella distratto da voci di mercato. In casa bolognese nuovo modulo 4-3-3 con Soriano a centrocampo e Sansone davanti. La cronaca   

Empoli sfiora impresa a Cagliari, poi ci pensa Farias - L'Empoli sfiora il colpaccio a Cagliari dopo quattro sconfitte consecutive. E i rossoblù si salvano nel recupero con Farias, proprio l'attaccante che potrebbe andare via negli ultimi dieci giorni di mercato. Una partita che avrebbero potuto vincere tutte e due. E che alla fine non ha vinto nessuno, per il 2-2 finale. La squadra di Maran è colpevole di non aver congelato il risultato dopo il vantaggio nel primo tempo, con il solito colpo di testa di Pavoletti. E gli ospiti che si mordono le dita per non aver saputo trasformare in tre punti una ripresa magistrale con Iachini bravo cambiare l'assetto della squadra in corsa con l'ingresso di Rodriguez e lo spostamento sulla tre quarti di Zajc. Proprio il numero 6 empolese ha illuso i toscani con il 2-1 a nove minuti dalla fine dopo il pari di Di Lorenzo undici minuti prima. Ma dalla panchina, anche grazie a un indecisione di Veseli, è arrivata la mazzata in contropiede di Farias. Per l'Empoli è comunque un pari che interrompe la serie negativa e scaccia comunque la crisi. Per i padroni di casa un mezzo passo falso proprio nel momento in cui il calendario e i risultati dagli altri campi davano ai sardi una buona chance per mollare la zona calda. La cronaca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA