Serie A: Spal-Chievo 0-0, pari sfida salvezza

Per biancazzurri è il terzo pareggioi di fila, non vincono da due mesi Semplici, 'presupposti gol creati, nessun rimpianto' Di Carlo: 'Chievo vivo più che mai, difesa messa a posto'

Una traversa al terzo minuto di recupero spegne il sogno della Spal, mentre tiene vive le speranze di risalire verso la zona salvezza del Chievo. Floccari riceve palla al limite dell'area, spalle alla porta: si gira e con un gran sinistro sorprende Sorrentino salvato dal "legno". E così la delicata sfida di bassa classifica tra biancazzurri di casa e gialloblù veronesi finisce 0-0. Un altro brodino per entrambe. La Spal porta a casa il terzo pari consecutivo, il quarto nelle ultime cinque gare. Non vince da due mesi (colpo all'Olimpico con la Roma), al Mazza addirittura da tre. Il Chievo mette all'incasso il quinto pareggio di fila (quattro da quando Di Carlo è subentrato a Ventura).

Mister Semplici in agrodolce in sala stampa. Il punto fa classifica, la vittoria però manca tanto alla sua Spal. "Sul piano della volontà e dell'impegno nulla da rimproverare ai ragazzi. La prestazione è stata importante contro un Chievo in salute. Ho visto possesso palla, tiri e cross. C'è mancato il gol, non è poco ma i presupposti li abbiamo creati. E non dimentichiamo la traversa di Floccari. Non ho rimpianti per questa partita: se continuiamo così il successo arriverà. Per come s'erano messe le partite avremmo sicuramente voluto qualcosa in più con Cagliari e Genoa, però non stavolta col Chievo. Da questo 0-0 non traggo cose negative".

Domenico Di Carlo accoglie di buon grado il punto del Paolo Mazza: "Il mio Chievo è vivo più che mai. Stiamo dando continuità ai risultati, la difesa è messa a posto. E in classifica non stiamo facendo scappare nessuno. La vittoria arriverà. Per ora sto ottenendo risposte, anche a Ferrara su un campo difficile: abbiamo retto all'urto. Nel primo tempo siamo stati più propositivi, nella ripresa è uscita la Spal anche se non ha avuto occasioni importanti. Però ha messo molta pressione. Noi dobbiamo mantenere questo spirito: sofferenza e unità". Chievo col nuovo modulo e difesa a tre: "Volevo avere riferimenti importanti sulle fasce e maggiore copertura in mezzo. Jaroszynski ha tenuto bene Lazzari. Ma ai due attaccanti non rinuncio".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA