• Champions League: la stampa esalta Messi, 'è lui il Dio del calcio'

Champions League: la stampa esalta Messi, 'è lui il Dio del calcio'

Argentino arriva a 100 gol con una doppietta nel 3-0 finale. Dell'argentino anche l'assist del gol di Dembele

'Dio salvi il re'. La Spagna è di nuovo ai piedi di Leo Messi che - con una grande prestazione e una doppietta che lo ha portato a quota 100 reti in Champions League - ha preso per mano il Barcellona nel 3-0 sul Chelsea di Antonio Conte traghettandolo per l'undicesima stagione di fila ai quarti di finale. E ''la Messidipendenza aumenta'' aggiunge il quotidiano sportivo iberico 'Marca' secondo cui l'asso argentino 'si è caricato il peso di portare alla vittoria la squadra blaugrana'.

L'altro principale giornale spagnolo, 'As', esalta la 'Pulce' per il suo nuovo traguardo raggiunto: 'è una gioia raggiungere quota 100 gol in Champion'. E per Mundo Deportivo 'quello visto ieri sera è stato un Messi divino capace di portare il Barca ai quarti di finale. Con i suoi due gol ha festeggiato la nascita del suo terzo figlio Ciro''.

Elogi al campione argentino arrivano anche dalla stampa britannica secondo la quale 'un Messi magico travolge i Blues e annienta i sogni di gloria in Europa di Antonio Conte'. 'E' stata una notte brutta per Conte', aggiunge il quotidiano inglese 'The Sun'. ''Svaniscono nel nulla le ambizioni di Conte in Champions'', scrive il Daily Mail, mentre il Times esalta l'abilità di Leo Messi a quota 100 gol 'il Chelsea punito dal genio del calcio'.

Il Barcellona è volato ai quarti di finale, azzerando le velleità del Chelsea di Antonio Conte che, dopo l'1-1 a Stamford bridge nella partita d'andata, ha subito ieri sera un 3-0 troppo severo sul terreno del Camp Nou. Il successo dei blaugrana è stato meno netto di quanto dica il punteggio e, a contribuire al tracollo della squadra di Conte, ci ha pensato il portiere belga Thibaut Courtois, non apparso in gran forma.

L'estremo difensore dei 'Blues' è stato infilato già dopo 3' da un'azione velocissima a base di tocchi e triangolazioni nell'area ospite, con Messi che si è liberato al tiro ed ha fatto passare il pallone sotto le gambe del portiere. Il raddoppio è arrivato al 20' con Dembelé, fra i migliori in campo in assoluto: l'ala proveniente dal Borussia Dortmund al 20' è stato stato pescato da un Messi scatenato che, dopo avere saltato come birilli - mandandoli fuoritempo - un paio di avversari, con un terzo occhio lo ha visto arrivare come un treno sulla destra.

La conclusione di Dembelé è andata a insaccarsi nell'angolo alto alla destra di Courtois. Che ha capitolato ancora al 18' della ripresa, con un altro tunnel di Messi, che lo ha trafitto grazie a un siluro rasoterra. Il Chelsea non ha demeritato, colpendo per due volte il palo e reclamando per un intervento di Piquè su Marcos Alonso. Non è bastato contro il Barca e contro un Messi letteralmente incontenibile che ha festeggiato il 99/o e il 100/o gol in un colpo solo; poi, a fine partita, è uscito abbracciato a Conte, parlando in chissà quale lingua con l'allenatore italiano. Barca ai quarti, Chelsea a casa, sia pure a testa alta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA