Benitez al Newcastle: "Felice di tornare in Premier"

Un triennale per l'allenatore spagnolo tornato in pista dopo l'esperienza sulla panchina del Real Madrid. Trova subito il Leicester di Ranieri capolista

Tutto nel giro di poche ore. Il Newcastle United volta repentinamente pagina e, dopo l'addio a Steve McClaren, ha chiamato al proprio capezzale Rafa Benitez, che fino al 4 gennaio scorso allenava il Real Madrid, prima di essere a sua volta sollevato dall'incarico da Florentino Perez e fare posto a Zidenine Zidane. L'ex tecnico di Inter e Napoli ha firmato un triennale con i 'Magpies' ed esordirà lunedì prossimo contro il Leicester di Claudio Ranieri, attuale capolista della Premier. 

.

 

 


Servirà una svolta e Benitez dovrà a tutti i costi avviarla, prima che la situazione in classifica venga definitivamente compromessa: infatti, il Newcastle, che ha una partita in meno, si trova al penultimo posto, con 24 punti, a pari merito con il Norwich city e davanti solo all'Aston Villa, che di punti ne ha solo 16. Il licenziamento di McCLaren è stato seguito dalle pubbliche scuse del club che, in un comunicato, ha spiegato come prima dell'esonero del tecnico siano "trascorsi giorni di incertezza". "Di questo - prosegue il club - chiediamo scusa a Steve e ai giocatori". "Sappiamo però - aggiunge il comunicato - che questa scelta era necessaria per gli interessi del club. Steve ha lavorato con impegno e merita il massimo rispetto dei calciatori, dello staff e del club. McClaren è una persona integra, alla quale auguriamo le migliori fortune". Benitez, in questa nuova avventura nella Premier, dove ha già allenato nell'ordine Liverpool e Chelsea, sarà affiancato dall'ex centrocampista di Napoli e Juve, Fabio Pecchia, da Francisco de Miguel Moreno, Antonio Gomez Perez che formeranno, assieme a Ian Cathro e Simon Smith, lo staff tecnico della squadra. "Rimanere in Premier sarà una sfida per me, il club e i giocatori - le prime parole di Benitez -. Tutti noi dobbiamo spingere nella stessa direzione e avere lo stesso obiettivo in mente. Il ritorno nella Premier mi rende felice, anche perché mi permette di stare più vicino alla mia famiglia", che vive a Liverpool.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA