ANSAcom

Scoprire la Valle d’Aosta, al via il Cammino Balteo

Cultura, storia e gusto lungo un nuovo itinerario a bassa quota

ANSAcom

Un percorso a portata di famiglia, per scoprire un patrimonio unico dal punto di vista culturale, storico ed enogastronomico. Con il Cammino Balteo la Valle d’Aosta non smette di sorprendere: 370 chilometri, da percorrere in 24 tappe, lungo i migliori itinerari a media e bassa quota. Consolidato il successo delle due Alte vie ai piedi di Monte Bianco, Gran Paradiso, Monte Rosa e Cervino, la Regione alpina è pronta ora a lanciare un percorso nel fondovalle, frutto di un attento studio delle potenzialità del territorio.
Dal Forte di Bard ai vigneti di Morgex, passando per la collegiata e il chiostro di Sant’Orso ad Aosta, “il Cammino Balteo può rappresentare una grande occasione per destagionalizzare. Dobbiamo far confluire su questa infrastruttura tutte le iniziative in ambito turistico. Alcune attività sono state già fatte”, ha spiegato l’assessore regionale al Turismo, Aurelio Marguerettaz, durante un incontro con gli operatori del settore.
Il tracciato è ad anello e si sviluppa in una quota compresa tra i 500 e i 1.900 metri, spesso affiancandosi al fiume Dora Baltea, ma senza rinunciare a far tappa nella parte bassa di diverse valli laterali. Alcuni tratti, inoltre, possono essere percorsi anche in bicicletta.
“Il lancio è previsto nella primavera del 2018, quando inizierà a essere posata la segnaletica”, ha spiegato Remo Chuc, dirigente della struttura Promozione e progetti europei per lo sviluppo del settore turistico. Ma quasi tutto il percorso è già percorribile e – essendo a quote medio-basse – sfruttabile per buona parte dell’anno.

In collaborazione con:
Speciale Valle d'Aosta

Archiviato in