Renzi, l'Ue è come l'orchestra che suona sul Titanic

Intervista a Bloomberg, bisogna cambiare approccio burocratico

Torna a battere sul tasto europeo il premier Matteo Renzi che in un'intervista a Bloomberg paragona l'Ue all'orchesta che suonava mentre il Titanic andava a fondo. "L'Unione Europa - dice Renzi - è come l'orchestra che suona sul Titanic".  "Oggi - spiega - abbiamo fatto delle riforme e siamo nella posizione di dire ai nostri partner europei: 'amici, noi possiamo cambiare questo sbagliato approccio burocratico'".

"L'Italia - dice nell'intervista nella quale affronta vari temi, dalla difesa alle politiche sui migranti - non ha risolto tutti i suoi problemi ma ha dimostrato negli ultimi due anni che ogni cosa è possibile". Renzi sottolineando poi le riforme messe in campo dal proprio governo, evidenzia la situazione di altri Paesi: "Un Paese è particolarmente impegnato con la crisi dei migranti, un altro ha le elezioni il prossimo anno, un altro è concentrato sul referendum e un altro ancora - dice - è senza governo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA