Accusa di terrorismo per l'uomo che ad Anversa ha lanciato la sua auto sulla folla

Auto con targa francese e armi nel bagagliaio, l'uomo al volante era ubriaco

L'uomo arrestato ieri ad Anversa dopo avere lanciato la sua auto a tutta velocità nella via pedonale principale della città è stato accusato di tentato omicidio a carattere terroristico dalla magistratura federale belga. Mohamed R., quarantenne di nazionalità tunisina, è al momento in stato d'arresto.

L'auto ha cercato di schiantarsi sulla folla sull sul Meir, la via principale pedonale di Anversa, piena di negozi. Non ci sarebbe nessun ferito, l'auto è stata intercettata dai militari e il sospetto è stato arrestato.  L'uomo si chiama Mohamed R., un francese domiciliato in Francia, nato nel 1977, ha annunciato la Procura federale belga. Diverse armi sono state ritrovate nel bagagliaio dell'auto, una Citroen rossa immatricolata in Francia: armi bianche, un'arma antisommossa e una tanica "contente un prodotto non ancora identificato".

 L'auto aveva una targa francese e all'interno sono state trovate delle armi. Secondo quanto riporta il sito della tv Rtbf, il capo della polizia di Anversa ha spiegato che alle 11 un veicolo si è introdotto sul Meir, l'area pedonale commerciale di Anversa, dei poliziotti hanno cercato di intercettarlo, ma l'auto si è allora diretta verso il Quai Sint Michiel. La vettura è stata poi bloccata e il suo autista, un nordafricano, arrestato. Il sindaco di Anversa, Bart de Wever, ha evocato un "attentato sventato" nella sua città.

Secondo la tv belga Rtbf era ubriaco l'uomo fermato dalla polizia ad Anversa dopo aver imboccato con l'auto la strada pedonale ad altissima velocità. Tutt'ora il suo stato è tale che non può essere ancora interrogato. L'uomo, Mohamed R., non era noto né ai servizi belgi e né catalogato S (terrorista) per quelli francesi, già consultati dai belgi. Nella sua auto c'erano stupefacenti. Secondo le informazioni raccolte dalla tv, sarebbe legato al traffico di droga, che spiegherebbe la sua presenza ad Anversa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie