L'autocritica di Juncker: 'Austerità avventata' - VIDEO

In occasione del 20/mo anniversario dell'euro e per la presentazione del report annuale della Bce

Plenaria a Strasburgo alla seduta solenne per celebrazione i 20 anni dell'Euro. Presenti in aula oltre al presidente dell'Eurocamera Antonio Tajani il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, il presidente della Bce Mario Draghi, il presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno, il presidente della Commissione problemi economici e monetari dell'Eurocamera Roberto Gualtieri, oltre all'ex presidente della Bce Jean-Claude Trichet. Autocritica sull'austerità da parte del presidente della Commissione europea Juncker mentre arriva un allarme dal presidente della Bce Draghi: 'L'incertezza mette in discussione l'Ue stessa'. 

Durante la crisi del debito "c'è stata dell'austerità avventata, ma non perché volevamo sanzionare chi lavora e chi è disoccupato: le riforme strutturali restano essenziali". Così il presidente della Commissione Ue Juncker, nel suo intervento in aula a Strasburgo per la celebrazione dei vent'anni dell'euro.
"Non siamo stati sufficientemente solidali con la Grecia e con i greci" durante la crisi del debito.  "Mi rallegro di constatare che la Grecia, il Portogallo ed altri Paesi - ha aggiunto Juncker - hanno ritrovato se non un posto al sole", almeno "un posto tra le antiche democrazie europee".

"Oggi la maggior parte delle sfide sono globali e possono essere affrontate solo insieme. È questa unione che è la sovranità del mondo, la sovranità che altrimenti andrebbe perduta in questo mondo globalizzato. È proprio in questo senso che la moneta unica ha dato a tutti i membri dell'area euro la propria sovranità di politica monetaria, rispetto agli accordi monetari preesistenti", ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al Parlamento Europeo. Alle 16 Draghi terrà il discorso introduttivo in occasione della presentazione del report annuale della Bce 2017.

Di Maio, le lacrime di coccodrillo di Juncker non mi commuovono - "Il Presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, inizia a sentire il terreno mancargli sotto i piedi a pochi mesi dalle elezioni europee" ma "le lacrime di coccodrillo non mi commuovono. Juncker e tutti i suoi accoliti hanno devastato la vita di migliaia di famiglie con tagli folli mentre buttavano 1 miliardo di euro l'anno in sprechi come il doppio Parlamento di Strasburgo. Sono errori che si pagano". Così Luigi Di Maio in un post sul blog delle Stelle. 

Tajani, inaccettabile 1 giovane su 2 non trovi lavoro - "I dati più recenti indicano un deciso rallentamento della crescita e della produzione industriale, con il rischio di una nuova recessione in alcuni Paesi europei. Crescono le disparità economiche e sociali tra i diversi territori dell'eurozona e, in alcune regioni, un giovane su due non trova lavoro e questo è inaccettabile". Così il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani alle celebrazioni per i 20 anni dell'euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who