Tutte le partecipate chiudono in calo, bocciata Leonardo

Male la prima seduta dopo la tornata di nomine. Dubbi anche su Poste

Aziende pubbliche tutte in perdita dopo la nuova tornata di nomine. nella prima seduta dopo l'ufficializzazione delle liste del Tesoro per il rinnovo dei cda, tutte le partecipate chiudono in negativo: per Eni ed Enel il calo è dello 0,47%. Seguono Enav, che ha perso l'1,8%, Poste, che ha ceduto l'1,3%, e Terna, in discesa dello 0,22%.

'BOCCIATO' LEONARDO: il giudizio dei mercati è severo soprattutto con Leonardo - che cede il 3,6% - in attesa di capire l'impatto dell'arrivo di Alessandro Profumo al posto dell'attuale ad Mauro Moretti. Mentre Kepler taglia il titolo da 'buy' a 'hold', si attende comunque, come scrive Mediobanca, di sapere quali siano le "idee e le strategie" del banchiere, che ha già annunciato che lascerà la presidenza di Equita, di cui controlla una quota di minoranza del 27%. Anche la sostituzione di Caio a Poste non è piaciuta ai mercati: a preoccupare, in particolare, secondo gli analisti, è il rischio che Poste possa diventare 'il cavaliere bianco' "ostaggio del governo" per ogni genere di operazione di sistema.

NODO PRIVATIZZAZIONI: Ma l'esame dei mercati non sarà l'unico che dovrà affrontare il governo, già chiamato da tutte le opposizioni a spiegare alle Camera scelte con troppe 'ombre', prima su tutte quella dell'ex premier Matteo Renzi. Tanto che a breve lo stesso ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, potrebbe essere chiamato in Parlamento a spiegare soprattutto i cambi della guardia a Poste e Leonardo, ma anche la strategia che intende perseguire nei prossimi mesi sul fronte delle privatizzazioni, che andrà chiarito con il Def.

LE NOMINE - Conferme totali in Eni ed Enel, dove restano rispettivamente Emma Marcegaglia presidente con Claudio Descalzi come a.d. e Patrizia Grieco presidente con Francesco Starace come a.d., e tutto nuovo in Poste, con Bianca Maria Farina che sostituisce la presidente Luisa Todini e Matteo Del Fante che prende il posto dell'a.d. Francesco Caio. Sono le liste depositate dal Tesoro per il rinnovo dei vertici delle società partecipate. In Leonardo si confermano le indiscrezioni e arriva il nuovo a.d. Alessandro Profumo in sostituzione di Mauro Moretti, mentre Gianni De Gennaro è confermato alla presidenza. In Enav, infine, confermata l'ad Roberta Neri, mentre sulla poltrona di presidente siederà Roberto Scaramella al posto di Ferdinando Falco Beccalli. Il Tesoro ringrazia per impegno e risultati tutti i manager non confermati.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ultima ora



Vai al sito: Who's Who