Harry Potter, 20 anni dal primo libro in GB

La pietra filosofale in Uk nel 1997, in Italia nel 1998

 

  Compie vent'anni 'Harry Potter e la pietra filosofale', il primo volume della saga che ha rivoluzionato il mondo del fantasy e della letteratura per ragazzi, creato una nuova generazione di lettori e cambiato la vita dell'autrice, J K Rowling, che ha superato in ricchezza la Regina Elisabetta e conquistato milioni di fan di tutte le età ed estrazioni. Un libro che è andato oltre l'evento editoriale per diventare un esplosivo fenomeno sociale globale. Eppure, anche se è difficile da credere oggi, la storia del maghetto con la cicatrice a forma di fulmine sulla fronte, che ha spopolato in tutto il mondo, è stata rifiutata da 12 editori prima di essere pubblicata in Inghilterra, il 26 giugno 1997, dalla casa editrice Bloomsbury che ora prepara grandi festeggiamenti per il ventennale tra cui edizioni speciali de 'La pietra filosofale' con 8 nuove copertine con lo stemma delle casate di Hogwarts. Il Grifondoro, Corvonero, Tassorosso e Serpeverde dove i ragazzi che arrivano a Hogwarts vengono smistati da un Cappello magico. Mille gli esemplari della prima edizione ricercatissima dai collezionisti pronti a pagarla a peso d'oro. In Italia a capire la portata della storia del maghetto dai prodigiosi poteri è stata la casa editrice Salani che ha pubblicato 'Harry Potter e la pietra filosofale' un anno dopo, il 29 maggio del 1998, ed è stato boom a tempi record anche nel nostro Paese. L'idea di Harry Potter è venuta alla Rowling nel 1990, durante un viaggio in treno da Manchester a Londra come ha raccontato più volte la scrittrice. Da quel giorno è partita un'avventura che sarebbe diventata una saga in 7 volumi che ha venduto 450 milioni di copie nel mondo e 11 milioni di copie in Italia. E' stata pubblicata in 200 Paesi e tradotta in 79 lingue. Nel Regno Unito i primi quattro volumi sono usciti a distanza di un anno l'uno dall'altro e gli altri tre con un intervallo di due anni e sono arrivati nelle librerie italiane a distanza di massimo 8 mesi dall'edizione inglese. Scritto negli anni tra il matrimonio e il divorzio dal giornalista portoghese Jorge Arantes - dal quale la Rowling ha avuto la prima figlia Jessica, nel 1993 - sulla genesi de 'La pietra filosofale' si è anche molto favoleggiato raccontando della scrittrice sola, disoccupata, con una bambina piccola che scriveva al bar sotto casa, a Edimburgo, perchè non aveva i soldi per pagarsi il riscaldamento. Joanne Rowling, vero nome della scrittrice, che su consiglio del suo primo editore ha usato lo pseudonimo letterario JK Rowling per far credere che 'La pietra filosofale' fosse stata scritta da un uomo, è nata il 31 luglio 1965 in un sobborgo di Bristol da una famiglia di modeste origini, ha cominciato a scrivere a sei anni ed è diventata celebre e ricca con Harry Potter, terzo libro più venduto dopo la Bibbia e il 'Libro rosso' di Mao. Sul motivo della pottermania e dell'inarrestabile successo della saga, anche al cinema - il primo film della Warner è uscito nel 2001 con Daniel Radcliffe - si è molto dibattuto, sono usciti studi e volumi. Il maghetto adolescente, orfanello apprendista stregone alla Hogwarts School di Albus Silente, dove la posta è consegnata dai gufi e lo sport preferito è il Quidditch che si pratica a cavallo di un manico di scopa, ha catalizzato l'attenzione anche dei ragazzini più riluttanti alla lettura per la facilità a identificarsi con il suo mondo fantastico dove l'amicizia e il coraggio vincono la paura. E dove la comunità magica vive fianco a fianco a quella dei Babbani che non sono dotati di poteri magici. E poi c'e' Lord Voldemort, il malvagio 'Signore Oscuro' che ha tentato di uccidere Harry. Parole magiche sono entrate nel linguaggio della generazione Harry Potter, quella dei lettori che adesso hanno fra i 19 e i 30 anni ma l'attrazione continua anche per i bambini di oggi. La pottermania ha generato una pioggia di gadget tra libri e film. L'uscita di ogni volume è stata un evento superatteso con notti bianche nelle librerie. Sui social si sono scatenati i fan con anticipazioni, indiscrezioni e curiosità ad ogni uscita di volume e nelle sale per ogni film l'invasione è stata massiccia. Per l'anniversario la Bloomsbury ha organizzato, per ottobre 2017, con la British Library una mostra sulla magia ispirata alla saga di Harry Potter, con draghi, grifoni, oggetti e manoscritti sulle origini della Pietra Filosofale. In Italia si cominciano a preparare i festeggiamenti per il 2018 e intanto su Pottermore, il portale web dedicato ai fan di Harry Potter è stato lanciato il Club del Libro ufficiale.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA