• Lucio Dalla, a quattro anni dalla morte polemiche e ricordi. La vocalist Iskra: 'Un album e un tour nel ricordo del mio Lucio'

Lucio Dalla, a quattro anni dalla morte polemiche e ricordi. La vocalist Iskra: 'Un album e un tour nel ricordo del mio Lucio'

Nato il 4 marzo del 1943, il cantautore bolognese avrebbe compiuto oggi 73 anni

L'1 marzo di quattro anni fa Bologna si svegliava con una brutta notizia: in un albergo in Svizzera era morto per un malore improvviso Lucio Dalla, uno dei suoi figli più illustri, uno dei suoi personaggi più tipici.

Lucio Dalla a Fantastico 6 (1985) canta " Se io fossi un'angelo "

 

A quattro anni dalla scomparsa il suo ricordo sembra essersi offuscato. E nell'anniversario, a finire sotto accusa, ci sono gli eredi e la loro fondazione giudicata troppo "invisibile" dagli amici dell'artista.

A farsene portavoce è Benedetto Zacchiroli, amico di Dalla e consigliere comunale. "Io - ha detto - non posso che ribadire che non sto vedendo niente e che Lucio non sta avendo l'attenzione e la visibilità merita.

Dopo quattro anni non si è fatto niente di strutturale e permanente per ricordarlo. Questi eredi si sentono eredi solo dei soldi e non del patrimonio culturale che Lucio ha lasciato".

Gli eredi di Dalla (alcuni cugini di primo grado) hanno infatti promosso una fondazione che dovrebbe essere alimentata dal lascito dell'artista e dai diritti d'autore che ogni anno permetterebbero di finanziare iniziative legate alla cultura ed ai giovani artisti. La fondazione era un progetto al quale Dalla stava lavorando prima di morire e che gli eredi, all'indomani della morte, avevano annunciato di voler sostenere.

Nonostante questo l'immensa casa di Via d'Azeglio (a due passi da piazza Maggiore) rimane chiusa, nonostante sia meta di pellegrinaggio dei fan.

"SENZA LUCIO", IL RICORDO DI MARIO SESTIù

Iskra Menarini, la vocalist storica di Lucio sceglie la data del suo compleanno per presentare dal vivo in prima nazionale, il suo nuovo album “Ossigeno”, che rappresenta un’importante fase della vita artistica di Iskra con brani inediti composti da lei, oltre ad alcuni riadattamenti dei brani di Dalla. 

Oggi Lucio Dalla avrebbe compiuto 73 anni. La Rai festeggerà anche quest'anno uno dei più grandi musicisti che siano apparsi sulla scena del secondo Novecento: lo farà insieme a Radio Rai e Radio2 che hanno deciso di proporre, venerdì dalla Sala A di Via Asiago, un singolare percorso della sua carriera artistica.

Lucio Dalla: 4 marzo

 


Con le canzoni di Dalla sono cresciute almeno quattro generazioni di italiani e le sue musiche - come quelle dei grandi artisti - continuano a vivere sulle labbra, nella memoria e nelle orecchie della gente. Anche grazie alla riproposizione dei suoi brani in radio e tv. Tra i versi scritti da Lucio Dalla, Radio Rai ne ha scelto uno in particolare: "Vorrei entrare dentro i fili di una radio". Ed è proprio questo il titolo della serata che verrà proposta con la complicità dei tanti artisti e personaggi della cultura e dello spettacolo che hanno deciso di dare vita ad una 'reunion' che non sarà solo un omaggio ad un grande artista scomparso ma anche la testimonianza di ciò che accade tutti i giorni ad ognuno di noi, dove è facile ascoltare e cantare 'Anna e Marco', 'Futura' piuttosto che '4.3.43', 'La sera dei miracoli', 'Nuvolari' o 'L'anno che verrà'. Così amici, colleghi ed inaspettati ammiratori si tramuteranno in narratori guidati da Fio Zanotti e Jimmy Villotti che con Lucio Dalla iniziarono a suonare. Tutti gli artisti daranno la loro personale, interpretazione di Lucio Dalla, ad iniziare da Gaetano Curreri che, con Paolo Fresu, riproporrà in una chiave originale 'La sera dei miracoli' con cui ha vinto la serata delle cover nell'ultimo Festival di Sanremo e Radio2 - unica in Italia - trasmetterà attraverso i fili della radio emozioni dove Lucio Dalla, proprio all'interno di quei fili, è nel posto più appropriato.

Il 'metronomo' della serata sarà Vincenzo Mollica che darà spazio alla musica e alle parole di Ron, Fiorella Mannoia, Peppe Servillo, Gigi D'Alessio, Paola Turci, Rocco Hunt, Federico Zampaglione, Marco Masini, Caparezza, Paolo Fresu, Fio Zanotti, Jimmy Villotti, Monica Guerritore, Lina Sastri, Enrico Lo Verso, Walter Veltroni, Aldo Cazzullo, Carlo Conti e Stefano Bartezzaghi.
Alla realizzazione dello spettacolo ha collaborato la Fondazione Lucio Dalla che da tre anni si dedica completamente all'attività di svolgimento di una serie di operazioni benefiche al fine di ricordare e onorare a figura di Lucio Dalla.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA