Madre marittimo, Costa Magica rientri in Italia

Nave ancora ai Caraibi, a bordo 88 in isolamento con febbre

 "La situazione" su Costa Magica in navigazione nel mare dei Caraibi "è pericolosa e va risolta il prima possibile. Non ci sono italiani di serie A e Z e per questo Le chiedo di intervenire quanto prima per aiutarli a rientrare nel nostro Paese dove chi dovrà potrà fare eventualmente quarantena in modo adeguato e non su una nave in mezzo al mare". Lo scrive al ministro degli Esteri Luigi Di Maio la madre di un marittimo a bordo di Costa Magica dalla quale sono sbarcati tutti i passeggeri il 19 marzo scorso dopo casi di Coronavirus. "Capisco la criticità e le difficoltà - scrive Cinzia Persico, infermiera al S.Andrea della Spezia e madre di Nicola Rubini, 27 anni, impiegato sulla nave - e le vivo col mio lavoro, ma confido in una risoluzione. Mio figlio è lì con altri 970 membri dell'equipaggio, 130 italiani, che sono in parte febbrili e con sintomi di Covid-19. Oggi le persone con febbre in isolamento sono 88".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie