Il bunker di Kennedy in Florida a rischio chiusura

Costruito per 'salvare' il presidente nel caso la terza guerra mondiale fosse scoppiata durante le sue vacanze

Il bunker in Florida dove John Fitzgerald Kennedy  sarebbe stato messo al riparo in caso di attacco nucleare potrebbe chiudere ben presto i battenti. Costruita per 'salvare' il presidente nel caso la terza guerra mondiale fosse scoppiata durante le sue vacanze al mare nel Sunshine State, la struttura a ogiva di bomba atomica - chiamata Hotel - e' oggi un'attrazione turistica, insieme alla vecchia stazione della Guardia Costiera a Peanut Island.

Al centro pero' di una lunghissima battaglia legale tra le autorita' portuali, che sono proprietarie dell'isola, e il museo marittimo di Palm Beach, che gestisce il sito. Una guerra che potrebbe portare alla chiusura dei cancelli per mancanza di risorse.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA