Google si piega a censura del motore ricerca in Cina

Cambio di rotta rispetto al 2010 con progetto Dragonfly

Google punta di nuovo alla Cina. Mountain View sta valutando l'ipotesi di rilanciare il suo motore di ricerca nel paese, in una mossa che potrebbe indicare come Google abbia deciso in qualche modo di piegarsi alla censura che l'aveva spinta ad abbandonare la Cina otto anni fa.

Secondo indiscrezioni riportate da The Intercept, il progetto di Google ha il nome in codice di Dragonfly e sarebbe gia' stato presentato alle autorita' cinesi. L'app per la ricerca messa a punto da Google per la Cina segue strettamente la censura vietando i siti e le ricerche sui diritti umani, la democrazia, la religione e le proteste pacifiche.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA