Yahoo!: pressing Starboard, nomina 9 direttori

"Cda ha fallito, rifiuta di accettare cambi necessari"

Sale il pressing su Yahoo! e il suo amministratore delegato, Marissa Mayer. L'hedge fund Starboard, uno dei maggiori azionisti di Yahoo con l'1,7%, nomina nove direttori al consiglio di amministrazione del motore di ricerca, accusandolo di "aver fallito nel presentare risultati agli azionisti. Cambi significativi al board sono necessari", perché l'attuale consiglio di amministrazione "rifiuta di accettare i significativi cambi necessari" a Yahoo!.

Starboard cerca di fatto la rimozione dell'intero consiglio di amministrazione di Yahoo! e, se avrà successo, le chance di una vendita e uno smantellamento di Yahoo! aumenteranno. 

Yahoo! si impegna a rivedere la lista di nomi presentata dall'hedge fund Starboard per sostituire l'intero consiglio di amministrazione della società. Lo afferma la stessa Yahoo!. Starboard, che controlla l'1,7% del motore di
ricerca, ha presentato una lista con nove nomi, aumentando la pressione sull'amministratore delegato Marissa Mayer.

"Rilanciare questo business è molto difficile" e, anche se il cda deve restare aperto dice Starboard, "ci sono acquirenti interessati e credibili", afferma Starboard. Le banche che sono al lavoro con Yahoo! hanno contatto alcuni potenziali acquirenti, incluso Verizon, IAC/InterActiveCorp, Time, e le società di private equity TPG e KKR. Il processo è nelle fasi iniziali e potrebbe concludersi con una vendita dell'intera società o di alcune sue parti. Yahoo! sta incontrando difficoltà nel piano di rilancio.

L'arrivo di Mayer nel 2012 aveva lasciato sperare in una svolta che, pero', non e' mai arrivata. Yahoo! ha continuato a perdere terreno nei confronti di Google e Facebook, restando indietro soprattutto in termini di raccolta pubblicitaria.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA