Mercato Pc a picco, scende a livelli 2007

Analisti, pesano dollaro forte e concorrenza smartphone e tablet

Il mercato mondiale di pc, nonostante il lancio del nuovo sistema operativo Windows 10, non accenna a riprendersi, e anzi scende sotto la soglia psicologica dei 300 milioni di dispositivi commercializzati. Nel 2015 le vendite, secondo gli analisti di Idc, hanno registrato un calo del 10,4% su base annua fermandosi a quota 276,2 milioni di unità. Si tratta del livello più basso dal 2007, anno in cui si vendettero 270,5 milioni di computer. La contrazione a cifra doppia segna invece un primato: finora il dato peggiore era stato il -9,8% del 2013.

A pesare, secondo gli esperti, sono tre fattori: il rallentamento dell'economia cinese, il dollaro forte che ha reso i pc più costosi in Europa, e la crescita inesorabile di smartphone e tablet. Le recensioni positive sui computer lanciati sul mercato nel corso del 2015 non sono servite a invertire il trend, anche a causa del più lungo ciclo di vita dei dispositivi. Il mercato non ha ancora risposto nemmeno ai nuovi sistemi operativi, e in particolare a Windows 10 di Microsoft. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA