Google Fit ora guarda ai punti cardio

Conta i minuti di attività, novità frutto collaborazione con Oms

ROMA - Google Fit cambia metodo. La app di Big G per il fitness accantona il contapassi per concentrarsi su due indicatori più affidabili sulla salute: i minuti di attività e i punti cardio. Il rinnovamento - ha spiegato l'azienda di Mountain View - è frutto di una collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e l'American Heart Association (Aha), volta a "capire la scienza che sta dietro l'attività fisica, e aiutare le persone a praticarne la quantità necessaria con l'intensità necessaria per migliorare la loro salute".

Con la nuova Google Fit, i dispositivi smart incitano l'utente ad accumulare minuti di movimento. I modi per farlo non mancano, spiega Big G: dal salire le scale invece di prendere l'ascensore, all'incontrarsi con un amico per una passeggiata dinamica piuttosto che per uno statico caffè.

I punti cardio, invece, scattano per le attività che aumentano il battito cardiaco. Un punto è attribuito ad ogni minuto di attività fisica moderata come una camminata veloce, mentre due punti al minuto premiano le attività più intense come la corsa. Secondo l'Oms e l'Aha, bastano 30 minuti di camminata veloce cinque giorni a settimana per fare la quantità di attività fisica raccomandata, così da ridurre il rischio di malattie cardiache, migliorare il sonno e aumentare il benessere anche mentale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA