Google Assistant dà voce alle app italiane

Dal Corsera all'Inter, le prime app con cui si può parlare

ROMA - Google Assistente, il maggiordomo virtuale di Google, consente di parlare con le applicazioni italiane. La compagnia di Mountain View ha infatti reso disponibile nella nostra lingua Actions on Google, la piattaforma di sviluppo che permette di sfruttare l'assistente vocale per interagire con servizi esterni attraverso app di conversazione bidirezionale.

In Italia sono già disponibili, anche se non ancora a tutti gli utenti, le prime applicazioni create appositamente per l'Assistente Google su telefoni Android e iPhone. Si tratta del Corriere della Sera, del sito di ricette GialloZafferano, della app di viaggio Musement, di SuperGuidaTV e della app dell'Inter.

Per iniziare la conversazione, basta chiedere all'assistente attraverso una serie di domande come "Ok Google, chiedi a... " oppure "Ok Google, parla con...". A disposizione c'è anche Relax Guru, per scaricare lo stress, il genio Akinator che legge nel pensiero, e Magic 8 Ball, la sfera di cristallo che risponde sì o no alle domande degli utenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA