Usa 2016, c'è un software di Microsoft che fa previsioni

Incrocia dati candidati e reazioni degli utenti in rete

Internet e i social media sono da tempo utilizzati da utenti e addetti ai lavori nei grandi eventi politici. Ora nella partita entra anche Microsoft. Ha creato per le presidenziali Usa 2016 una piattaforma che si chiama 'Bing Political Index': mette a confronto le proprie idee e quelle dell'opinione pubblica con quelle dei candidati e permette anche di paragonare le posizioni di un singolo candidato rispetto a 10 temi importanti, dall'ambiente al controllo delle armi. Per ogni candidato c'è una scheda che raccoglie tutte le informazioni, anche in grafici.

Basandosi sui dati raccolti per Hillary Clinton, si scopre ad esempio, secondo questo software, che la candidata democratica è di 55 punti più progressista della media dell'opinione pubblica. I punteggi sono ovviamente dinamici e cambiano a secondo delle conversazioni e delle rilevazioni in rete. Le classifiche sono ottenute incrociando i dati del sito ontheissue.org e quello che esprimono gli utenti ('sentiment') sul motore di ricerca Bing. Sulla piattaforma ci sono paragoni con le elezioni precedenti e anche un calendario di tutti gli eventi e gli appuntamenti in vista delle elezioni presidenziali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA