Spot cibi 'spazzatura' su YouTube Kids

Protestano associazioni Usa e inviano reclamo alla Ftc

Nuove polemiche negli Usa per YouTube Kids, canale dedicato ai bambini: dopo le accuse di contenuti inappropriati e spot ingannevoli, sempre respinte da Google, stavolta le critiche sono arrivate per la pubblicità relativa a cibi "spazzatura". Due gruppi a difesa dell'infanzia, riporta l'edizione online del New York Times, hanno avviato un reclamo alla Federal Trade Commission (Ftp) sottolineando che i video online per i bambini non rispettano gli stessi standard applicati alla tv.
    Lanciata a fine febbraio, Kids è un'applicazione creata da YouTube per consentire ai bambini di accedere a una versione semplificata del suo portale con video adatti alla loro età su tablet e smartphone. Filmati che possono essere scelti dai genitori, al pari dei tempi di fruizione. La scorsa settimana YouTube aveva annunciato che l'app era stata scaricata oltre 10 milioni di volte.
    Kids era finita già ad aprile nel mirino di un gruppo di associazioni Usa a difesa dei consumatori che denunciava la presenza sul canale di "pubblicità sleale e ingannevole" rivolta ai più piccoli. La denuncia era stata inviata alla Ftc con la richiesta di indagare. A maggio le associazioni si erano nuovamente rivolte alle autorità lamentando la presenza su Kids di contenuti inappropriati: dal linguaggio sessualmente esplicito a barzellette su pedofilia o droga. L'ultima segnalazione - sugli spot per cibi "spazzatura" - è stata avviata dal Center for Digital Democracy e dalla Campaign for a Commercial-Free Childhood. Tramite un portavoce YouTube ha fatto sapere al Nyt di essere sempre "aperta ai feedback" e di rinnovare "l'impegno a creare la migliore esperienza per le famiglie".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA