Per il 46% dei giovani i social sono un rischio

Ma il 43% non può farne a meno. Intesa Miur-Telefono Azzurro

Impauriti dai social ma incapaci di farne a meno. È la fotografia degli adolescenti italiani scattata da una ricerca svolta da Telefono Azzurro e Doxa Kids in occasione del Safer Internet Day 2019.

Condotta su un campione di 611 giovani tra i 12 e i 18 anni, l'indagine evidenzia un rapporto controverso tra adolescenti e web: il 43% dei ragazzi e il 53% delle ragazze si sentirebbe ansioso, agitato o perso se fosse privato per una settimana dei social; allo stesso tempo, tuttavia, quasi la metà degli giovani (46%) ritiene che i social abbiano effetti negativi, come facilitare il bullismo, diffondere pettegolezzi o contenuti violenti e creare discriminazione.

L'indagine è stata presentata oggi a Milano nel corso dell'evento "Have your say!", durante cui il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti e il presidente di Telefono Azzurro Ernesto Caffo hanno siglato un protocollo d'intesa volto all'educazione digitale e al contrasto al bullismo, al cyberbullismo e a ogni forma di dipendenza da droghe e alcool.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA