Facebook: nuove accuse su uso fraudolento dati

Startup denuncia, raccolte informazioni utenti con testi e foto

Nuove accuse a Facebook dopo il caso Cambridge Analytica: una startup Usa ha presentato una denuncia ad una corte californiana, sostenendo che il colosso dei social media ha "raccolto dati in forma fraudolenta sugli utenti e i loro amici".

Nella denuncia, resa nota in esclusiva dal Guardian, si fa riferimento a numerose email tra i manager di Facebook, incluso Mark Zuckerberg. Secondo la denuncia, afferma il blog specializzato Cnet, tra i metodi utilizzati anche "il tracciamento della posizione dell'utente, la lettura dei messaggi, accesso e registrazione attraverso i microfoni dei telefoni, tracciamento delle telefonate".

I fatti risalgono al 2015, la causa è dall'ex startup Six4Three, non più operativa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA