Sisma, un milione di post sui social

Blogmeter, contenuti da oltre 360 mila utenti italiani

- ROMA - Da Twitter a Facebook, passando per Instagram e YouTube: notizie sul terremoto che ha sconvolto il Centro Italia, numeri utili, foto, testimonianze, passaparola per la solidarietà sono stati condivisi online da oltre 360 mila utenti italiani generando un milione di post. È il quadro della "viralità" del sisma sui social network fornito dalla società d'analisi Blogmeter. L'arco temporale di riferimento è dalle 2 della notte del terremoto alle 11 di questa mattina.
    Complessivamente, spiega all'ANSA l'analista Vincenzo Cosenza, i messaggi "hanno dato luogo a 6,6 milioni di interazioni". Potenzialmente i post pubblicati potrebbero aver raggiunto 5,3 miliardi di altri utenti. Tre quarti dei messaggi arriva da Twitter, mentre il 22% da Facebook (valore sottostimato perché non sono conteggiati i post condivisi solo con la propria cerchia di amici), l'1% da Instagram, il 2% da blog e altri siti. Il primo picco di condivisioni si è registrato alle 4, dopo la prima forte scossa delle 3.36, con circa 44 mila post, il secondo alle 11 con 72 mila post.
    "Anche questa volta le prime informazioni online sono arrivate dal basso", osserva Cosenza, "da cittadini particolarmente seguiti sui social e da qualche organo di informazione (il primo è stato Radio 3). Gli account istituzionali sono arrivati solo dopo".
    Tra i messaggi che hanno generato più interazioni quelli con i numeri della Protezione civile e corredati dalle immagini di devastazione e macerie provocate dal sisma. I post che hanno generato più interazioni sono stati ad ora il post su Facebook col quale Fiorella Mannoia chiarisce il fraintendimento sull'hotel che metteva a disposizione posti per gli sfollati, il post di Mario Balotelli su Instagram e l'appello alla solidarietà della 'star' di YouTube Ciccio Gamer. E poi i post di El Shaarawy, Buffon, Mentana, Belen, Gianni Morandi, De Sica, Pellé, Bonucci.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA