Censis: 4 italiani su 10 cercano informazioni salute sul web

Con informazioni Internet si contesta anche diagnosi medico

La pratica dell'e-health e' sempre più diffusa in Italia: sono ormai il 41,7% gli italiani (4 persone su 10) che cercano informazioni online sulla salute, con un'inevitabile cambiamento dei rapporti tra paziente e medico.
Emerge dal rapporto sulla situazione sociale del Paese 2014 del Censis.

In molti casi (58,1%) si cercano sul web informazioni per capire meglio le indicazioni del proprio medico. Oppure si utilizza il web per verificare la sua diagnosi e le indicazioni (55,3%), mentre in altri casi si discute con il medico dei risultati delle proprie ricerche su internet (37,1%) o ancora gli si contesta l'esattezza di diagnosi e terapie in base a quanto si e' appreso sul web (20,5%). Accade anche che si intraprendano terapie grazie alle informazioni reperite su internet senza parlarne con il medico (18,8% dei casi).

Nonostante grazie al web si venga a contatto con molte informazioni - avverte il Censis - la conoscenza sui temi sanitari non risulta però completamente adeguata, anche nei casi in cui ci sia un diretto coinvolgimento della persona nella ricerca in quanto paziente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA