Apple vende più orologi degli svizzeri

Analisti, nel 2019 Apple Watch supera gli orologiai elvetici

Apple sta vendendo più orologi dell'intera industria orologiera svizzera. A fare i calcoli sono i ricercatori di Strategy Analytics, secondo cui nel 2019 Apple ha messo in commercio 30,7 milioni di Apple Watch (+36% su base annua), contro i 2,11 milioni totalizzati dagli storici e rinomati marchi elvetici dell'orologeria (-13%).

Il sorpasso sull'industria svizzera - che raggruppa nomi prestigiosi come Rolex, Longines, Chopard e Tag Heuer, insieme a brand più economici quali Omega, Tissot e Swatch - è avvenuto l'anno scorso. Nel 2018, infatti, l'Apple Watch era fermo a 22,5 milioni di unità, mentre le aziende svizzere totalizzavano 24,2 milioni di consegne.

"Gli orologi da polso analogici rimangono popolari tra i consumatori più grandi, ma gli acquirenti giovani si stanno orientando verso gli smartwatch", osservano gli analisti. Anche alcune orologerie elvetiche sono entrate nel mercato degli smartwatch, ma i risultati finora non sono stati eclatanti.

"I produttori di orologi svizzeri tradizionali, come Swatch e Tissot, stanno perdendo la guerra degli smartwatch. Apple Watch offre un prodotto migliore attraverso canali di vendita più radicati e attrae i consumatori più giovani", rilevano gli esperti, secondo cui per le aziende svizzere "si sta chiudendo la finestra per avere un impatto sugli smartwatch. Il tempo potrebbe scadere per Swatch, Tissot, Tag Heuer e altri".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie