Twitch denuncia i video violenti

Su piattaforma di Amazon il filmato del massacro di Christchurch

Il problema dei filmati illeciti sbarca anche sui siti videoludici. Twitch, la piattaforma di Amazon per trasmettere in diretta le partite ai videogiochi, ha infatti presentato una denuncia contro i troll anonimi che hanno pubblicato contenuti illegali o pericolosi, tra cui il filmato del massacro neozelandese di Christchurch. La denuncia, depositata pochi giorni fa secondo quanto riferito da alcuni media americani, prende di mira anche chi ha usato la piattaforma per pubblicare pornografia e contenuti protetti da copyright come film e serie tv.

I video in questione sono stati pubblicati il mese scorso da un gruppo di troll. L'obiettivo di Twitch è risalire all'identità di queste persone e ottenere che il tribunale impedisca loro di usare la piattaforma e imponga il pagamento dei danni.

A fine maggio "siamo venuti a conoscenza di alcuni account coinvolti in un attacco coordinato per condividere contenuti che violano in modo esagerato i nostri termini d'uso", ha spiegato un portavoce di Twitch. "Abbiamo lavorato per rimuovere velocemente i contenuti offensivi, sospendere gli account coinvolti e prendere misure per evitare che quanto accaduto possa ripetersi in futuro", ha aggiunto confermando l'azione legale intrapresa.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA