Pronto il selfie-drone, fa foto in autonomia

Si programma in anticipo e cattura immagini da ogni direzione

ROMA - Archeologo, meteorologo, postino e ora anche fotografo: dotato di 13 camere che catturano le immagini da tutte le direzioni, arriva R1, il 'selfie drone' capace di fare foto e video in movimento dalla prospettiva del protagonista in qualsiasi ambiente, ma in modo completamente autonomo. Lo ha sviluppato una startup di tre studenti del Massachussets institute of technology (Mit), con sede a San Francisco.

Per lanciarlo e farlo atterrare si usa un'app con cui si possono programmare in anticipo le condizioni di ripresa e volo, o, se si preferisce, ricorrere al controllo manuale. "E' una camera volante e autonoma che capisce dove sei, il luogo intorno a te, e si muove per fare video che altrimenti non si potrebbero fare", commenta Adam Bry, uno degli inventori. I droni esistenti richiedono un pilota umano, alcuni dispongono di un pilota-assistente che viene in aiuto, ma sono ben lungi dall'essere autonomi. R1, grazie ad algoritmi avanzati che lo rendono 'intelligente', sa percepire, programmare e controllare proprio come una persona che si orienta in un ambiente.

Con un circuito neurale profondo raccoglie informazioni su ogni oggetto e identifica le persone per dimensioni e vestiti. Questi dati gli consentono di pianificare e prevedere i movimenti, oltre a riconoscere i limiti di manovra in una determinata area. Il sistema di controllo prende poi tutte le informazioni per realizzare il piano di volo in tempo reale. Si muove in completa autonomia ad una distanza dai 3 ai 9 metri dal soggetto, o a 90 metri lontano a seconda della forza del segnale wi-fi. E' stato testato in diverse parti del mondo, ad altezze diverse, con neve, vento e temperature estreme. I primi a comprarlo sono stati atleti e fanatici degli sport all'aperto, ma anche artisti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA