Da batterie ad auto, a Barcellona il futuro del grafene

Protagonista del Mobile World Congress, Italia in prima fila

MILANO - Dalle protesi per disabili alla carrozzeria per auto, passando per le connessioni wifi e le nuove super batterie: il futuro è 'mobile' per il grafene, il materiale delle meraviglie formato da un sottilissimo strato di atomi di carbonio. Lo dimostrano le sue numerose applicazioni tecnologiche in mostra al Mobile World Congress di Barcellona, dove il programma di ricerca europeo 'Graphene Flagship' ha organizzato un intero stand: l'Italia è tra i protagonisti, con l'Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). L'obiettivo del progetto bandiera sul grafene è quello di ''mostrare gli importanti progressi fatti verso la realizzazione di prototipi, con alcuni prodotti già pronti sul mercato: siamo sulla strada giusta per portare il grafene e gli altri materiali correlati dal laboratorio alla produzione industriale'', afferma Andrea Ferrari, esperto di nanotecnologie all'Università di Cambridge e presidente del consiglio d'amministrazione del Graphene Flagship Project.

Cinque le aree della Graphene Experience Zone allestita a Barcellona: l'area 'Internet delle cose e sensori', con elettronica flessibile, inchiostri conduttivi, sensori vestibili e antenne, come quella realizzata dal Cnr; l'area 'tecnologie indossabili e salute', con prodotti come la mano robotica protesica sviluppata dall'Iit in collaborazione con Inail; l'area 'energia', dedicata alla produzione di energia e allo stoccaggio, ad esempio con la super batteria sviluppata dall'Iit con Thales; l'area 'datacom', che mostra dispositivi flessibili per le connessioni wifi e trasmissioni optoelettroniche veloci realizzate con Nokia, Ericsson e Imec; infine l'area 'materiali compositi', dedicata alle applicazioni dei nuovi materiali, ad esempio nel campo dell'automobile (in mostra c'è l'auto sportiva dell'inglese Bac-Mono con carrozzeria a base di grafene) e delle moto (con il primo casco a grafene, targato Iit e MomoDesign).
    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA