Oculus, Mac poco potenti per realtà virtuale

Luckey, Mela non dà priorità a processori grafici di fascia alta

I visori per la realtà virtuale Oculus Rift arriveranno sui computer Mac solo quando, e se, Apple farà un pc all'altezza. La stoccata alla casa di Cupertino arriva da Palmer Luckey, fondatore della società Oculus VR acquisita da Facebook nel 2014 per 2 miliardi di dollari. "Dipende da Apple, se mai lancerà un buon computer lo supporteremo", ha detto Luckey in un'intervista a ShackNews.

La questione "si riduce al fatto che Apple non dà priorità ai processori grafici di fascia alta. Si può acquistare un Mac Pro da 6mila dollari, ma ancora non soddisfa le specifiche che raccomandiamo", ha spiegato Luckey. "Se Apple tornasse a dare priorità ai processori grafici di fascia alta, come ha fatto in passato per un periodo, saremmo lieti di supportare il Mac".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA