Per artigiani raccolta rifiuti elettrici è più facile

Accordo Cobat-Cna rivolto a installatori e impiantisti

Semplicità, convenienza, velocità e servizi integrati per la raccolta e il trattamento di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), batterie esauste e altri prodotti a fine vita. Questo, in sintesi, il senso dell'accordo tra il Cobat (Consorzio nazionale per la raccolta e il riciclo, dedicato alle batterie) e la Cna (Conferderazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa). Con il servizio 'Easy collect' - viene spiegato in una nota - "gli impiantisti e installatori" dell'associazione degli artigiani diventeranno più 'verdi' e "potranno gestire i propri rifiuti in modo più semplice e conveniente tramite un servizio web ad hoc".

Grazie all'intesa 30 mila artigiani potranno usufruire dei servizi integrati di Cobat; cuore operativo dell'accordo sarà proprio l'area web dedicata, gestita da Cobat e accessibile dal sito internet di Cna, che consentirà di effettuare un ordine di ritiro per i rifiuti prodotti dalla propria attività professionale e di chiedere e ottenere in tempi rapidi un preventivo per il servizio richiesto.

"Il dialogo proficuo che abbiamo sempre avuto con Cna ci ha permesso di elaborare un servizio personalizzato in base alle esigenze", dichiara Giancarlo Morandi, presidente di Cobat, che nell'accordo vede "un passo importantissimo verso un'applicazione sempre più concreta dell'economia circolare". Per le imprese del settore, osserva Carmine Battipaglia, il presidente di Cna installazione impianti, sarà "più semplice e meno oneroso gestire i propri rifiuti rispettando le norme ambientali". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA