LG, lo smartphone si fa modulare

Arriva il G5, tra i gadget visore VR e videocamera a 360 gradi

Se Samsung guarda al passato, recuperando nei nuovi Galaxy S7 e S7 Edge l'impermeabilità e la memoria espandibile presenti sul Galaxy S5, LG ha ridisegnato completamente il suo smartphone di fascia alta. Il G5, presentato al Mobile World Congress di Barcellona, è infatti il primo telefono modulare della compagnia. Il bordo inferiore del dispositivo, dove è alloggiata la batteria, è estraibile: si possono inserire dei moduli ad hoc che trasformano il telefono in una macchina fotografica o in uno stereo hi-fi. A corredare lo smartphone ci sono poi alcuni gadget, tra cui un visore per la realtà virtuale e una videocamera a 360 gradi.

Il G5, con display da 5,3 pollici, si caratterizza esteticamente per lo chassis metallico in 4 colori - silver, titan, gold e pink - e il design curvo. All'interno monta un processore Snapdragon 820 di Qualcomm, memoria da 4 GB espandibile fino a 200 GB e due fotocamere posteriori, una standard da 16 megapixel e una da 8 megapixel con grandangolo per panorami e foto di gruppo.

La particolarità sono però i moduli inseribili nello smartphone. Il "Cam Plus" porta sul G5 i controlli manuali di una fotocamera digitale e offre una presa migliore, insieme a una batteria aggiuntiva. "Hi-Fi Plus with B&O play" è un convertitore audio da digitale ad analogico per ascoltare musica in alta definizione.

C'è poi l'ecosistema degli LG Friends, cioè i gadget compatibili con lo smartphone: '360 VR', un visore per la realtà virtuale; '360 Cam', fotocamera per girare video a 360 gradi da condividere su YouTube; 'Rolling Bot', un robot che ruota come una palla catturando foto e video, per controllare la casa quando si è fuori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA