Prelievi Atm si faranno con Apple Pay

Banche Usa lavorano a integrazione con pagamenti 'mobile'

(ANSA) - ROMA, 29 GEN - Con alcune banche, anche in Italia, è già possibile prelevare denaro agli sportelli Atm senza inserire la propria carta, ma negli Usa si guarda anche ai sistemi di pagamento "mobile", come Apple Pay o Samsung Pay.
    Secondo indiscrezioni del sito TechCrunch la Bank of America e Wells Fargo stanno lavorando a nuove soluzioni per le transazioni agli Atm che includano il sistema di pagamenti "mobile" di Apple. Tali opzioni si baserebbero sulla tecnologia Near Field Communication (Nfc), che consente di effettuare transazioni avvicinando lo smartphone dotato di un particolare sensore a un lettore apposito.
    La novità comincerà ad essere sperimentata già a fine febbraio in Atm di alcune città, in primis San Francisco, New York e Boston.
    Apple Pay è il sistema di pagamenti "mobile", per fare acquisti in negozio pagando con l'iPhone, che ha debuttato negli Usa e da poco anche nel Regno Unito, in Canada, Australia e prossimamente in Cina. Così come Android Pay di Google funziona con solo con i terminali dotati della tecnologia senza fili Nfc.
    Samsung Pay, invece, sviluppato dal produttore sudcoreano ha il vantaggio di funzionare anche con i normali lettori di carte di credito.
    La compatibilità con gli Atm sarebbe un ulteriore passo in avanti nel segno della "rivoluzione" dei pagamenti digitali. In questa direzione si muove anche Chase, il sistema concorrente di Apple Pay e simili lanciato da JPMorgan, che secondo quanto riportato dall'Ap consentirà ai suoi utenti di prelevare denaro o avviare altre transazioni utilizzando il telefono con gli Atm compatibili, in futuro anche sfruttando la tecnologia Nfc.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA