Programmare pc è un gioco da bambini, c'è il doodle di Google

Per celebrare la Computer Science Education Week, dal 4 al 10 dicembre

I linguaggi di programmazione per bambini furono introdotti circa 50 anni fa, Google li celebra con un 'doodle' interattivo che sostituisce il classico logo del motore di ricerca. E' un gioco a più livelli, con difficoltà crescente: bisogna dare istruzioni ad un coniglio per fargli raggiungere una carota messa alla fine.

L'iniziativa di Google rientra nell'ambito delle iniziative per la 'Computer Science Education Week' (CSEdWeek), organizzata in tutto il mondo per coinvolgere i bambini nello studio e nell'uso dei linguaggi di programmazione che consentono ai più piccoli di imparare con sistemi facili e intuitivi a programmare.

Tra i primi a svilupparli ci fu Seymour Aubrey Papert, informatico del Mit (Massachusetts Institute of Technology) che insieme ad altri ricercatori mise a punto Logo, il primo sistema di programmazione pensato per i bambini. Negli anni Ottanta la cultura del 'coding' si è sviluppata di pari passo alla diffusione dei personal computer nelle nostre case. Negli anni l'interesse per questa materia è cresciuto sempre di più tanto che l'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nel 2016 ha lanciato un piano da 4 miliardi di dollari per diffondere tra gli studenti la cultura della programmazione.

Il doodle di oggi è stato realizzato da Google anche in collaborazione con Scratch, altro progetto del Mit di Boston che prevede un sistema di programmazione molto semplice, attorno al quale si è sviluppata una comunità che ha prodotto circa 30 milioni di progetti condivisi.

Facebook: incoraggia i ragazzi a studiare programmazione pc

- Code Week Europea, Apple insegna a programmare

Da Esopo a Pinocchio, la lettura per bambini diventa hitech

La.B, il laboratorio dove i liceali imparano robotica, coding e 3D

- Un braccialetto per insegnare il 'coding' alle ragazze

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA