Lega A: la sfida di Dal Pino, diventare media company

'Calcio italiano torni a essere il più bello e più visto al mondo'

"Accelerare la trasformazione della Lega Serie A in una media company competitiva su scala internazionale". E' una delle "bellissime sfide" accettate dal nuovo presidente Paolo Dal Pino, secondo cui "il nostro calcio deve tornare a essere il più bello e più visto al mondo, dobbiamo accelerare". Diventare una media company, ha aggiunto, "non significa direttamente fare un canale, ma lavorare come un produttore di contenuti che distribuisce su multi piattaforme che non hanno nulla a che vedere con la normale televisione".

Diritti tv: Dal Pino, in Italia chiudiamo entro 6 mesi - "Per i diritti tv sarà un percorso ancora abbastanza lungo, non si sbaglia a dire che ci aspettiamo di chiudere qualcosa su quelli nazionali entro il primo semestre". Lo ha detto il nuovo presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, spiegando che ha in programma incontri con i vari broadcaster, Sky, Dazn, oltre che con Mediapro e gli Ott: "Abbiamo tanti potenziali partner con cui parlare e va sconvolto il meccanismo attuale che è passivo e probabilmente fa perdere delle opportunità". 

Dal Pino, rivedremo sistema elettivo e conflitti - "L'unico tema oggi importante su cui deliberato è partire con una revisione dello statuto: ci sono alcune cose da correggere, tipo il sistema elettivo, i conflitti di interesse. Si è deciso insieme di lavorare e trovare un percorso nuovo su cui sono certo che tutti si troveranno d'accordo". Lo ha annunciato il nuovo presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, dopo la sua prima assemblea: "Fra le 20 società ci possono essere punti di vista diversi, ma Lega deve occuparsi del bene comune".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie