Son: 'Derby Coree? Già tanto essere interi'

Attaccante Tottenham: "Giocatori coreani erano molto aggressivi"

 "È un peccato che non abbiamo vinto ma, vista l'asprezza della partita, è già un gran risultato tornare a casa senza infortuni". Non nasconde il sollievo, l'attaccante sudcoreano del Tottenham, Son Heung-min, che ha parlato al ritorno dalla trasferta a Pyongyang dove martedì scorso è andato in scena lo storico match fra le due Coree, valido per le qualificazioni al Mondiale 2022 e finito 0-0. La partita tra le Nazionali di due Paesi, che tecnicamente sono ancora in guerra, si è disputata nello stadio Kim Il Sung della capitale nordcoreana praticamente senza testimoni, visto che non c'erano le tv e neppure i media stranieri, ma nemmeno il pubblico sugli spalti. "I giocatori nordcoreani erano molto suscettibili e aggressivi... Non risparmiavano offese e imprecazioni", ha aggiunto Son, che ha parlato con i giornalisti nell'aeroporto di Incheon. Ai giocatori sudcoreani non è stato permesso di usare il cellulare a Pyongyang, ma questo non ha disturbato Son: "Mi è piaciuto perché ho dormito molto".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA