Torino: malore per Mazzarri, tecnico costretto a stop

Allenatore 'si è prontamente ripreso'. Pausa decisa dallo staff medico "a scopo prudenziale" per svolgere ulteriori accertamenti.

Torino in ansia per Walter Mazzarri. Il tecnico ha avuto un malore e, "a scopo precauzionale", non sarà in panchina lunedì sera contro il Cagliari. Società e staff medico hanno infatti deciso di sottoporlo ad ulteriori approfondimenti, per effettuare i quali deve "temporaneamente sospendere l'attività sportiva". Al suo posto guiderà la squadra il fidato vice, Nicolò Frustalupi, già in panchina due settimane fa nella vittoria contro la Sampdoria perché Mazzarri squalificato. I tempi dello stop, "fino al completamento degli esami" per il club granata, non sono noti. Il riserbo sulla vicenda è massimo per volontà dello stesso tecnico, da sempre molto attento alla privacy. Al momento si sa soltanto che Mazzarri ha accusato un malore ieri sera, dopo avere diretto l'allenamento di Belotti e compagni al Filadelfia. Un malessere "di breve durata", come lo definisce il club, dal quale "si è prontamente ripreso".

Accompagnato all'ospedale Molinette, il tecnico è stato sottoposto ai primi esami e poi rimandato a casa. Questa mattina, però, lo staff medico della società gli ha consigliato un periodo di riposo, per sostenere ulteriori esami, ed è così arrivata la sospensione. Decisione non facile per un allenatore che vive di campo come Mazzarri, abituato a trascorrere buona parte della sua giornata al Filadelfia, ma anche per i giocatori, che in questi mesi non hanno perso occasione per definire il mister una "preziosa guida". Lo stesso presidente Cairo, in occasione della recente squalifica, ha ricordato che Mazzarri, per il quale ha sempre avuto parole di stima, "è più utile averlo in panchina".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA