Inzaghi: niente tabelle, penso alla Viola

'Luis Alberto-Anderson insieme se rinuncio a Milinkovic'

 "Tabelle sinceramente non ne ho mai fatte. Non bisogna pensare alle sei partite che restano ma solo a quella che viene. Per noi ora quello che è più importante è fare una buona gara a Firenze domani. Per i numeri è presto.".
    Lo dice l'allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia della trasferta in casa della Fiorentina. Dopo la staffetta nel derby, tra i temi caldi il dualismo tra F.Anderson e L.Alberto: "Per me non è difficile scegliere - precisa il tecnico - è più difficile per loro. A Udine hanno giocato insieme, se domani giocassero tutti e due significherebbe che dovrei rinunciare a Milinkovic. Altrimenti uno dei due riposerà". Tra i dubbi della vigilia, le condizioni di Immobile: "Ha preso una bruttissima botta sul collo del piede al derby: è tra i convocati e poi vedremo domani, se inizierà la partita o partirà dalla panchina".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA